Posts Tagged 'affidabilità'

La storia infinita (ovvero il mio primo ed ultimo Toshiba)

ToshibaSta mane, a distanza di 9 giorni, riappare la scritta R.T. sul mio cellulare. Prima di rispondere prendo un bel respiro e mi preparo al peggio (ma non a questo peggio). Peccato che riportando questo dialogo come testo non si percepisca la freddezza della mia voce che ho mantenuto per (quasi) tutta la telefonata.

R.T. : Ciao Vincenzo, ho una notizia buona e una cattiva. Quella buona è che ti hanno cambiato sia la scheda madre che il masterizzatore DVD. Quella cattiva è che… che non funziona comunque.
Io: Come? E quindi?
R.T.: Quindi… Pare che sia l’alimentatore.
Io: E questo me lo ero immaginato si dall’inizio. Ma, scusa, non l’avevano provato prima di cambiare tutta quella roba?
R.T.: Veramente l’hanno provato, sembrava che erogasse corrente nei livelli corretti.
Io: Ma non vuol dire niente, cioè, non ne hanno provato un altro? Quanto gli ci voleva?
R.T.: Non lo so Vincenzo, ma non puoi prendertela con me.
Io: No, no, infatti. Evidentemente la mia fiducia nella Toshiba era mal riposta.
R.T.: Ehm… La brutta notizia non è ancora finita. Quelli di Milano mi informano che il cavo dell’alimentatore è evidentemente maltrattato, quindi non è coperto dalla garanzia [Qui ci vuole una doverosa nota. Io ho sempre trattato il mio portatile come un figlio e in ugual modo l’alimentatore. L’unico problema riscontrabile è che mi si è staccato il laccetto che serviva a legare il cavo quando non usavo l’alimentatore.]
Io: Che cosa? Ma… Lasciamo perdere. Quanto mi verrà a costare?
R.T.: Senti, io lo faccio tornare qui e lo do ad un mio tecnico di fiducia. Se riesce ad aggiustarlo te la cavi con 20-30 €, altrimenti sono 70 € di alimentatore nuovo.
Io: Ok, grazie.

Evidentemente questo portatile è stato il mio primo ed ultimo Toshiba. Se il prossimo portatile dovessi sceglierlo in base all’affidabilità dell’assistenza tecnica allora sarebbe un Dell. Faccio un esempio di esperienza diretta: un Dell con un tasto rotto della tastiera. Chiamata l’assistenza e, spiegato il fatto che quel portatile serviva per lavoro di tesi, ci inviano a casa la tastiera di sostituzione. Esattamente 24 ore dopo, arriva il pezzo con corriere UPS. Richiamiamo l’assistenza e troviamo un tecnico informato dei fatti e disponibile a spiegarci il processo di sostituzione rimanendo al telefono mentre siamo all’opera. Tutto a buon fine, la tastiera rotta parte con un altro corriere UPS, sempre a carico della Dell. Tutto risolto in una giornata. Contando che io sto aspettando da 22 giorni (e mi tocca anche pagare)… Addio Toshiba.

– Warning: Divide by zero.

===
Crediti immagine: Toshiba – 45 dies by vdbdc

Techorati tags: , , , , ,

Annunci

Questo blog si traferisce…

Divide by zero si sta piano piano trasferendo sul mio nuovo blog: viklog.net
Cosa aspetti a farci un salto?

Licenza

Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.