Archive Page 2

Scanner Mustek 1200CP su Ubuntu

Mustek 1200CPIn questa settimana di no-notebook mi sono dedicato a rimettere ordine le mie cose (qualcuno gridava al miracolo). È così che riscopro un piccolo museo delle anticaglie da cui estraggo il mio primo scanner, un Mustek 1200CP. Dopo averlo ripulito dai diversi strati di polvere che lo ricoprivano mi trovo davanti al fatto che su Windows XP non ha nessuna intenzione di funzionare. Ho, quindi, tentato di farlo lavorare su Ubuntu e, contro ogni mia aspettativa, ci sono riuscito! 😉 Anzi, è stato ancora più facile di quello che pensavo.

Per prima cosa scarichiamo i file del progetto SANE (Scanner Access Now Easy), digitando da terminale:

sudo apt-get install sane sane-utils

e quindi controlliamo che il nostro scanner sia rilevato:

sane-find-scanner -p

Se nel testo che compare nel terminale è presente il seguente,

# Your Mustek parallel port scanner was detected.  It may or
# may not be supported by SANE.  Please read the sane-mustek_pp
# man-page for setup instructions.

significa che lo scanner è stato riconosciuto, bisogna svolgere solo due piccoli passaggi per configurare SANE correttamente. Primo: modifichiamo il file dll.conf:

sudo gedit /etc/sane.d/dll.conf

in cui cercheremo la riga contenente mustek_pp ed eliminiamo il carattere #, quindi salviamo e chiudiamo. Infine bisogna informare SANE del modello del nostro scanner:

sudo gedit /etc/sane.d/mustek_pp.conf

scorriamo fino in fondo al file ed eliminiamo il carattere # antecedente la riga del nostro modello, nel mio caso scanner Mustek-1200CP 0x378 cis1200.

A questo punto è sufficiente lanciare Gimp (Applicazioni > Grafica > GIMP) e dal menù File scegliamo Acquisizione > XSane > Device Dialog. Si aprirà la finestra di dialogo per effettuare le scansioni: ecco come appare nel mio disordinato desktop:

[image] Mustek 1200CP e Gimp
Clicca sull’immagine per ingrandire

Sono quasi commosso… 🙂

– Warning: Divide by zero.

Technorati tag: , , ,

Annunci

Ancora una settimana/dieci giorni… eee?

Stamane squilla il cellulare e leggo “R.T.”, che sta per Rappresentante Toshiba. Contento come un bambino la mattina di Natale mentre scarta i regali rispondo.

R.T.: Ciao Vincenzo. Stamane ho chiamato il mio amico dell’assistenza. Mi ha informato che il problema era la scheda madre.
Io: Davvero? [Ma l’hanno controllato o hanno detto “sostituiamo la scheda madre così ci azzecchiamo nel 90% dei casi?] Cavolo…
R.T.: Eh si. Però è sorto un problema.
Io: [Oh mio Dio! È esploso durante il viaggio] Tipo?
R.T.: Tipo che l’hanno mandato all’assistenza centrale a Milano perché qui non avevano gli strumenti per cambiare la scheda. Anche quelli di Milano stanno avendo problemi perché il tuo modello è fuori produzione da un annetto e non hanno pezzi di ricambio. Insomma, si stanno facendo mandare il pezzo dalla Toshiba Europe, in Germania. Ci vorrà un altra settimana/dieci giorni.
Io: C-O-S-A???

Insomma… Mi sto mordendo le mani perché non mi sono deciso a comprarmi prima l’eee Pc. Mi ero interessato a questo eee prima che se ne parlasse ampiamente nella blogosfera, ma mi dicevo sempre “Lascia perdere? A che ti serve concretamente?” Beh, ora lo so a che può servire. Un ottimo sostituto in questi casi. Dopo la telefonata ho aperto eprice per fare subito l’acquisto ma ovviamente li hanno finiti. Immensa tristezza…

Nel delirio dovuto all’assenza del portatile ho rimesso a nuovo il fisso, ho riscoperto la bellezza di una sana lettura prima di andare a letto e aperto Divide by zero – Mini.

Technorati tag: , , ,

Adesso si esagera 2.0

ipodEstratto di un dialogo avuto 10 minuti fa1

Tizio: Guarda,Vik, mi sono comprato l’iPod!
Io: Come? Ma non dicevi che si trattava di un gadget troppo alla moda2 per te?
Tizio: Si, è vero. Ma l’iPod è l’unico lettore mp3 che io conosca compatibile con last.fm, per cui…

Adesso si esagera3!

– Warning: Divide by 2.0.

Technorati tag: , ,

==
Crediti immagine: ipod by Oliver Lavery

  1. Questo si che è live blogging! Torna su
  2. Il tizio in questione si professa un anarchico/alternativo. Torna su
  3. Era un po’ che non scrivevo una sana stronzata su questo blog. Torna su
  4. No, non c’è una quarta nota. E che cacchio! Torna su

Senza portatile

Touchpad Ieri ritorno da uno scritto (andato male) e trovo una sorpresina: il touchpad del mio portatile fa le bizze. In realtà si tratta di un problema di alimentazione perché, nel caso il portatile sia alimentato a batteria, tutto funziona alla perfezione, appena lo attacco all’alimentazione (con o senza batteria) il touchpad risponde male. Praticamente inutilizzabile.

In questa “piccola” sfortuna ho avuto una “grossa” fortuna: la garanzia del mio Toshiba Tecra A5-148 (non credo che nessuno di vuoi conosca questo modello) scade il 28 Marzo. Per cui ho immediatamente chiamato il rappresentante Toshiba da cui ho acquistato il portatile che sta mattina è venuto a prenderlo per inviarlo all’assistenza.

È la seconda volta che questo pc parte verso l’assistenza Toshiba: nella scorsa occasione ci vollero appena 5 giorni perché tornasse al leggitimo proprietario. Speriamo mi stupiscano positivamente anche ora…

Dopo poche ore senza portatile mi sento già come se mi mancasse un braccio (esagerato?). Tutto sto rigiro di parole per dirvi che sarò blog-assente a tempo indeterminato.

– Warning: Divide by zero.

==
Crediti foto: touchpad by ajschu

Technorati tag: , , ,

Virtualbox: un PC virtuale su Ubuntu in 10 semplici passaggi

Questo articolo è stato definitivamente spostato sul mio nuovo blog, lo puoi trovare al link:

Virtualbox: un PC virtuale su Ubuntu in 10 semplici passaggi — viklog

Mi dispiace se ho arrecato disagio a qualcuno.

Divide by zero cresce (io no)

Dato che la rubrica Vista (security) features sta avendo un discreto successo – comunque la media delle visite giornaliere è aumentata – ho disegnato un piccolo logo per identificare la rubrica:

Vista security features

Che ne dite? Vi piace? (Non vene frega niente?)

Se questo terribile evento non bastasse sta arrivando, dai meandri segreti della mia mente malata, un’altra rubrica: Ubuntu-per-tutti che comprenderà articoli semplici semplici, guide passo passo, per chi è alle prime armi con Ubuntu. Ah, già, anche in questo caso c’è un logo:

[image]ubuntu per tutti by ViK

Che ne dite? Vi piace? (Non vene frega niente? Dai! Non fate gli antipatici…)

La prima puntata di questa (attesissima) serie arriverà molto presto (tipo domani)(ma quante partentesi ci sono in ‘sto post? (sono impazzito del tutto)).

Come? La Neuro ha chiuso?

– Warning: Divide by zero.

Technorati tag: , , , ,

Informatica ed educazione

Un mio amico che insegna alle medie mi ha detto di aver usato questa “lavagna magica” per insegnare la fisica e la matematica a 3 ragazzini che abitano in un paese sperduto della Sardegna, ragazzini impossibilitati a raggiungere la più vicina scuola.

A parte il fattore educativo, io dico: lo voglio!!! Voi no?

– Warning: Divide by zero.

Technorati tag: , , ,


Questo blog si traferisce…

Divide by zero si sta piano piano trasferendo sul mio nuovo blog: viklog.net
Cosa aspetti a farci un salto?

Licenza

Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.