Neroogle: non so se ridere o piangere

Questo articolo è stato definitivamente spostato sul mio nuovo blog, lo puoi trovare al link:

Neroogle: non so se ridere o piangere — viklog

Mi scuso se ho arrecato disagio a qualcuno.

6 Responses to “Neroogle: non so se ridere o piangere”


  1. 1 deviantdark mercoledì, 23 gennaio, 2008 alle 14:57

    È una vera e propria BUFALA.
    Degna del blog di Paolo Attivissimo.

    E aggiungerei anche una cosa..
    Al link che ti ho segnalato, oltre a neroogle e blackle, c’è anche il link a un certo Black Google.
    Nella pagina internazione ci sono i link alle varie localizzazioni [tra cui “Italy”]. Se volessimo localizzarci e rendere la ricerca in italiano, cosa esce fuori?
    Una pagina identica, con i risultati in italiano, e… due splendidi banner di google ads!
    Che bello!
    La pubblicità! E magari i clic a quei banner valgono anche qualche spiccio per chi ha registrato quel dominio.
    Una tristezza sconfortante…

    p.s.:
    il tuo post capita a fagiolo.
    Come ho scritto sul mio blog, son rientrato a casa mia dopo 27 giorni di felice soggiorno a casa della mia lady.
    E cosa ho visto sul monitor di mia sorella?
    Neroogle come pagina inziale…

    Infinita tristezza…

  2. 2 ViK mercoledì, 23 gennaio, 2008 alle 15:27

    Infinita tristezza…

    Eh già…

    Comunque, grazie della segnalazione dell’articolo di Attivissimo.

  3. 3 Blackstorm giovedì, 24 gennaio, 2008 alle 5:50

    Vik, due cose:
    1) elimina sto tizio qui sopra, o almeno fatti spiegare lo spagnolo.

    2) Io mi ci farei una bella risata, d’istinto. Però poi, pensando a casi come quello di deviant, o meglio di sua sorella, mi prenderebbe un po’ di tristezza abissale…🙂

  4. 4 ViK giovedì, 24 gennaio, 2008 alle 10:20

    @Blackstorm
    1) Non c’era bisogno di sapere lo spagnolo per capire che si trattava di spam
    2) Concordo.

  5. 5 marius lunedì, 28 gennaio, 2008 alle 8:58

    Comunque … io ho trovato http://www.neroogle.it
    e che risparmi o no, mi piace un casino.
    sicuramente mi fa bene agli occhi

  6. 6 Chris venerdì, 8 febbraio, 2008 alle 8:44

    @marius: anche a me era arrivato quel link,ho dovuto fargli notare che il loro sito era inutilizzabile causa refresh continuo della pagina😀. Io son tradizionalista e mi tengo il google bianco,ODIO gli sfondi neri😉


Comments are currently closed.



Questo blog si traferisce…

Divide by zero si sta piano piano trasferendo sul mio nuovo blog: viklog.net
Cosa aspetti a farci un salto?

Licenza

Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: