Qualcosa è cambiato (ovvero Custom CSS Upgrade)

Wordpress logoGià in altre occasioni avevo reso pubblico un certo disprezzo per la piattaforma WordPress.com ma…

Perché WordPress.com e non WordPress.org?

Da qualche mese che pensavo di passare su piattaforma indipendente, ed utilizzare WordPress.org, come ha fatto da poco DeviantDark. Ho provato il CMS (si può davvero chiamare così?) in locale (qui la versione stabile italiana). L’installazione è stata semplicissima, i problemi sono nati dopo. Infatti, per raggiungere lo stesso servizio offerto da WordPress.com sono necessari 4-5 plugin. Dopodiché ne ho installati altri 2-3 che avevo sempre desiderato (come plugoo). A questo punto ho cercato in giro per il web qualche tema che mi soddisfacesse come, ad esempio: (Not so) Fresh, Blue Zinfandel o Dropshadow … Peccato che alcuni di questi non fossero widget-ready o non supportassero ancora i tags (introdotti nella versione 2.3). Quindi ho iniziato a mettere mani al tema, al foglio di stile, etc etc… Conclusione? Un’intera giornata passata davanti al pc e la base di dati sputtanata!!! Dunque, per ora, rimango su WP.com…

Custom CSS Upgrade

A questo punto ho capito che l’unico modo di rendere la mia permanenza su WP.com più lieta era quello di acquistare il Custom CSS Upgrade (prezzo: 15 crediti ovvero 15 dollari ovvero 10,58 euro). Attenzione: il CSS Upgrade permette solamente di modificare il foglio di stile, nessuna modifica al html è dipsonibile in nessun modo su WP.com, per motivi di sicurezza.

Sandbox

Una volta acquistato il CSS Upgrade è possibile usare lo speciale tema Sandbox. E’ speciale per vari motivi: il primo è che una volta attivato è possibile scegliere diverse versioni: a due colonne (con sidebar a sinistra o a destra) o a tre colonne (sidebar a doppia colonna a sinistra o a destra, oppure una a sinistra o una destra con i contenuti al centro). Il compito di Sandbox finisce qui: l’aspetto (colori, formato del testo, e simili) del blog è lasciato con le impostazioni di default, ovvero link blu classici etc…

Qualcosa è cambiato

Quello che cercavo era un tema semplice e pulito. Credo di aver raggiunto il mio scopo:

  • Testo nero, con dimensione del carattere grande, su sfondo BIANCO…
  • Paragrafi impaginati a bandiera a sinistra e non giustificato: dall’aspetto più disordinato rende la lettura più semplice (psicologia cognitiva insegna) in quanto per l’occhio è immediato distinguere una riga dall’altra se queste hanno lunghezze diverse, anche di poco.
  • Font di tipo sans-serif: anche qui la psicologia cognitiva insegna… Testo con serif per la carta stampata, senza serif per il web.
  • Larghezza fluida: la larghezza del div wrapper è impostata a 95%: dunque si adatta alla larghezza della finestra del browser. Chi viaggia con la classica risoluzione di 1024×768 pixel avrà il “sito” largo 972 pixel (circa), e la larghezza del div content (dove si trovano i post) sarà di 540 pixel (circa). Purtroppo chi utilizza una risoluzione minore di 800×600 si ritroverà con un sito illeggibile…
  • Link blu scuro, facilmente riconoscibili.
  • Una sola immagine: l’unica immagine utilizzata all’interno del layout è il logo a sinistra del titolo.
  • Niente colori strani (sfumature di grigio e di blu, e basta)
  • Niente bordi intorno alle immagini, o ombreggiature o schifezze del genere.

Beta

Ovviamente questa versione del mio layout è in Beta (va così di moda essere in beta!). Io, come al solito, ho testato il risultato su: Internet Explorer 6 e 7 (unico problema con il 6: trasparenza delle immagini png non supportata, ma questo è antiquariato!), Safari e Opera in ambiente WinXP; Firefox sia sotto XP che sotto Ubuntu. Non ho riscontrato nessun problema. Se qualcun vuole (come al solito) insultarmi lo faccia pure lasciando un commento a questo post, sempre fermo restando che gli insulti sono bene accetti se motivati.

Ora vado a guardarmi i Simpson!

– Warning: Divide by zero.

==
Crediti immagine: WordPress by 4_EveR_YounG sotto licenza by-sa

7 Responses to “Qualcosa è cambiato (ovvero Custom CSS Upgrade)”


  1. 1 deviantdark lunedì, 22 ottobre, 2007 alle 18:10

    Per l’installazione di AWN senza compilazione a mano…
    Esiste un modo:

    sudo gedit /etc/apt/sources.list

    E inserire nei repo le stringhe:

    ## Avant-Window-Navigator
    deb http://download.tuxfamily.org/syzygy42/ gutsy avant-window-navigator
    deb-src http://download.tuxfamily.org/syzygy42/ gutsy avant-window-navigator

    Poi da terminale:

    sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade && sudo apt-get install avant-window-navigator

    L’applicazione si installa correttamente, però mi ha dato dei problemi con l’autenticazione dell key come spiegato in questo thread.
    Inoltre non erano installati gli extra, topi le applets.

    Quindi ho dovuto disinstallare il tutto e reinstallarlo secondo la procedura indicata nel mio blog.

    Ciao ciao🙂

  2. 4 ilSilente martedì, 23 ottobre, 2007 alle 12:00

    Tempo fa ho trovato in rete un semplice javascript (poche righe) per abilitare la trasparenza png anche in IE6. Non bisogna fare altro che includerlo nell’HEAD dell’html.

    Non so se puoi usarlo visto i limiti di wordpress.com di cui parli, ma se ti interessa hai la mia mail😉

  3. 5 ViK martedì, 23 ottobre, 2007 alle 14:08

    Ti ringrazio per la segnalazione, ma – come affermi tu stesso – non posso usarlo finchè rimango in casa WP.com
    Io conoscevo un modo attraverso gli le funzioni di IE per rendere un div trasparente (come ho fatto sulla navbar di di questo sito). Ovviamente poi il CSS non è validificato dalla W3C.

  4. 6 deviantdark martedì, 23 ottobre, 2007 alle 14:31

    Ti scrivo qui sempre riguardo al problema di AWN…
    Che driver hai installato per la tua ATI? E che modello ATI hai?
    Se usi i driver proprietari, con quelli la sessione AIGLX non è [ancora] disponibile, e per avere CompizFusion come engine devi creare appositamente una sessione XGL.

    Se usi i driver open… sei sicuro di averli configurati correttamente?

    Fammi sapere [sul mio blog, ovviamente…]🙂


  1. 1 Stormi d’uccelli neri / nel vespero migrar… « Il Blog Del Gatto Imburrato Trackback su mercoledì, 24 ottobre, 2007 alle 3:30

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Questo blog si traferisce…

Divide by zero si sta piano piano trasferendo sul mio nuovo blog: viklog.net
Cosa aspetti a farci un salto?

Licenza

Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: