Vista vs Ubuntu: quante mezze verità!

Questo articolo è stato definitivamente spostato sul mio nuovo blog, lo puoi trovare al link:

Vista vs Ubuntu: quante mezze verità! — viklog

Mi scuso se ho arrecato disagio a qualcuno.

79 Responses to “Vista vs Ubuntu: quante mezze verità!”


  1. 1 Blackstorm venerdì, 13 luglio, 2007 alle 0:28

    Ottimo post… Solo un paio di precisazioni, che noto mancano dal tuo post:

    “Installazione: secondo motivo la semplicità nell’installazione delle applicazioni. Installare una applicazione in Ubuntu è estremamente facile, molto più facile che in Windows,”

    Ri corderei all’utenza che ciò è vero solo ed unicamente per programmi presenti nel repository. Qualcuno ha mai provato ad installare qualcosa di non presente nel repository di synaptic? Risolvere le dipendenze è un incubo, letteralmente.

    “non si avrà necessità di licenze perché si tratta di programmi open source”

    Oltre a quel che hai detto tu, precisiamo pure che il motivo per cui Ubuntu non fornisce codec mp3 o video di formati proprietari è perchè questi codec sono coperti da licenza, e non sono liberi. Se hai il sorgente del codec sei ok, perhcè il sorgente è una descrizione algoritmica del codec. Ma il momento che lo compili, se non hai pagato le licenze sei fuori legge. E ricordiamo che si, winamp è gratis ed è legale, ma la licenza la paga tramite chi compra le verisoni a pagamento (winamp pro).

    “Non credo proprio che il sistema sudo di Ubuntu sia più sicuro di UAC, o almeno non lo è solo perché UAC è “ridicolo”…”

    Ti dirò di più: sudo, di default, come fa notare il buon Paperino (www.aovestdipaperino.com), di default quando viene invocato lascia una finestra di 5 minuti in cui tutte le operazioni vengono eseguite con privilegi di su. UAC sarà più rompiballe, ma te lo chiede per ogni applicazione. Si, è possibile modificare questo aspetto di sudo, ma l’utente medio lavora con le impostazioni di default. E non sempre l’utente medio si sente sicuro di andare a spippolare nei file di configurazione.

    “Sul fatto che linux implichi meno virus, questo è vero.”
    Si chiama security through minority: pochissimi sviluppano virus per linux perchè i virus uno li scrive fondamentalmente per fama e soldi. E non ci guadagni nulla da nessuno dei due punti di vista se entri nel 3% dei computer del mondo (che è approsismativamente la quota di mercato di linux), mentre i riflettori si alzano di più se infetti il 70% della rete…

    “Da qualche parte ho letto che alcuni pacchetti Ubuntu non fossero mantenuti dalla comunity…”

    Come tutti i software Ubuntu costa. Il lavoro volontairo della community è molto piccolo, la magigor parte del carico di lavoro pesa su Canonical, che non è esattamente una onlus filantropa, ma un’azienda che vende servizi e che paga, e tanto, i programmatori di Ubuntu. Più i mantainer, i manager e quant’altro. Il post a cui ti riferisci è lo stesso di pollycoke che citi a proposito del BSOD di Ubuntu (in win la B sta per Blue, in Ubuntu sta per Blank :D).

    “. A me sembra che gnome (desktop server di ubuntu) sia MOLTO simile a Windows. Anzi, la differenza è davvero poca.”
    E vogliamo parlare di KDE?😀

    “Peccato che con il mio portatile, sotto Ubuntu, ancora non sono riuscito a connettermi ad una rete wireless protetta da WPA-SK, e ci sto sbattendo la testa da un buon mesetto….”
    Nemmeno io… con il fisso…

    “Un mio caro amico ha Vista Ultimate su un Athlon da 1,3 GHz e 512MB di RAM e non si lamenta.”
    essendo il caro amico di cui sopra preciso che ho una miserrima scheda video con 128 mega di ram. Ora, su questo sistema, Aero non ci gira, ma dubito fortemente anche che girino Beril o Compiz. Altra precisazione: si, è lento, ma mi pare normale. 512 mega di ram sono pochi, oggettivamente. E lo sono anche sotto ubuntu con KDE… che per la cronaca ci mette più di vista a caricare… Fate vobis… Da quando ho vista ho degli uptime paurosi…

    “10) Updates: Ubuntu viene upgradato ogni sei mesi circa, e comunque ogni volta che si accende il PC si trovano update per i programmi installati. Paragonare questo aspetto a Windows non fa testo: quanto spesso si fanno degli update? I cinque anni intercorsi fra l’uscita di Windows XP e Vista sono la risposta a questa domanda.”

    E qui la chicca. Decisamente, vogliamo ricordare che in mezzo a quei circa sei mesi stiamo volutamente dimenticando gli update di sicurezza che vengono fatti?

  2. 2 Vincenzo venerdì, 13 luglio, 2007 alle 8:36

    Grazie per le precisazioni. In effetti il post che cito al punto 10) è proprio quello che cercavo a riguardo dei punti 5) e 6)…😀
    eh eh eh

  3. 3 Makenshi sabato, 14 luglio, 2007 alle 13:08

    Ciao vik, Sono Makenshi, di UN😀

    Naturalmente è riduttivo e tentare di parlare completamente di due Sistemi operativi con qalche post in un blog, ma come hai fatto tu qualce dritta si può dare😀

    Un pò di opinioni da chi usa sia Win che Linux [ in particolare Ubuntu ]

    Intanto… Si, installare applicazioni su ubuntu è sorprendentemente banale, ma… Ci sono dei MA.
    Intanto devi sapere come i chiama il programma da installare.
    Ok, sembra una cazzata, ma alla fine è quello il problema maggiore.
    Se poi il programma che volete installare non è presente nei repositories poò diventare abbastanza complesso, in ogni caso almeno difficile quanto su Windows, ma probabilmente di più.
    L’esempio di installare photoshop, personalmente non lo prenderei in considerazione, in quanto photoshop… Non ha una versione per linux!
    Prova tu ad installare su windows AmaroK…😀

    Per il discorso dell’assenza di licenze… beh c’è chi riesce a vivere senza usare NESSUNA licenza.
    Si rinuncia a molto.. e si guadagna molto.
    Non c’è un modo “corretto” di vivere l’aspetto licenza, ognuno seguirà la sua strada.
    PRECISAZIONE:
    E’ stato portato l’esempio dei codec MP3 assenti su Ubuntu [ traduzione: con ubuntu base non puoi riprodurre MP3, wmv, divx, mkv…]
    QUesto è vero, ma è anche vero che appena apri un MP3, od un file in alta definizione dentro ad un MKV… Ubuntu si scarica ed installa i codec da solo!
    Serve un collegamento Internet, ma questa features la considero estremamente importante, ed è permessa grazie alla pacchettizzazione di tutti i programmi.
    Un sistema come quello di Windows, in cui i programmi sono proprietari, sarebbe estremamente difficile creare un sistema che ti installi automaticamente i codec per aprire un file sconosciuto.

    Il sistema “UAC” non lo commento perchè non lo conosco😛

    Ora siamo arrivati al punto Virus.
    Se da una parte è vero che i virus per linux in pratica non ci sono perchè non si diffondono… è anche vero che gli utenti linux di base sono user normali, senza privilegi di amministratore, quindi un virus “comune” non ha possibilità di fare molti danni.
    Per farla breve.. SI, Linux è intrinsecamente più sicuro, e.. No, non è perfettamente sicuro, se solo i pc Linux aumenteranno di numero appariranno virus per linux… Più complessi e difficili da creare rispetto a quelli di windows, ma appariranno.
    [va comunque ricordato che su Vista al momento è vivamente consigliato un Antivirus.. su Linux no. La differenza di prestazioni si sente, soprattutto per gli sfortunati che usano Norton]

    Naturalmente non tutti i repositories sono mantenuti da Canonical.
    Se vuoi programmi “esotici” oppure aggiornatissimi è necessario affidarsi a repositories di terze parti, ma va comunque detto che i repo ufficiali hanno la quasi totalità degli applicativi che ad un utente possono servire… Per quelli che rimangono fuori c’è l’installazione manuale oppure basta “dare fiducia” a dei terzi.
    Certo, gli aggiornamenti che farete con Ubuntu sono tanti… tantissimi, una manciata AL GIORNO.
    Sarebbe come se voi, OGNI GIORNO, controllaste gli aggiornamenti per ogni singola parte del software che avete nella vostra macchina.
    Ma non è tutto oro quello che luccica.
    Ci sono così tanti aggiornamenti che a volte capita che gli aggiornamenti.. Litighino.
    Ed il sistema abbia comportamenti imprevisti.. anche blocchi.
    QUesti problemi aumentano notevolmente se si utilizzano repositories di terze parti, ma ciononostante nella mia esperienza [ di un paio di anni] ho subito soltanto uno di questi problemi.
    UNO IN DUE ANNI.
    E’ molto meglio di qualunque sistema windows originale blasonato mi abbia mai offerto.
    Nella mia esperienza, naturalmente.
    Inoltre mi sento obbligato a far notare la comodità degli aggiornamenti…
    Con windows per passare per esempio da XP a VISTA è necessario rimediare un dvd di Vista ed iniziare un processo non proprio semplicissimo [ anche se sono stati fatti passi enormi rispetto a Win98…]
    SU Ubuntu per passare dalla 6.10 alla 7.4… beh, basta un click.
    Ubuntu si accorge da solo quando ogni sei mesi esce una nuova versione, e ti avverte da solo.
    Comodo.
    Anche se non sempre funziona, a me è riuscito tre volte su tre, ma a qualcuno a dato problemi, ed in ogni caso quando si aggiorna il SO è SEMPRE meglio formattare.
    UN sistema pulito è un sistema felice… IMHO naturalmente.

    Per i discorsi di somoglianza tra gnome e windows…
    Beh, sappiamo entrambi che parlare così superficialmente ti permette di essere eletto nelle elezioni nazionali, ma non serve a nulla😀
    Personalmente credo che come look and feel Windows e gnome siano MOLTO diversi, se poi guardiamo “sotto il cofano” le differenze sono proprio strutturali, a tal punto che non si può più dire chi è “meglio o peggio”, sono talemnte diversi che possono essere perfetti per una esigenza ed uno schifo assurdo per un’altra.
    Inoltre un commento sulla battuta del “cambiare sfondo del desktop”.
    Naturalmente lo sfondo del desktop si può cambiare anche su Windows, il punto che voleva essere messo in evidenza è che su Gnome [ ATTENZIONE… NON SU LINUX!!! su GNOME!] tutto ciò che serve a personalizzare un sistema [ sfondo, bottoni, look-and-feel, comportamento delle finestre etc.. ] sono riuniti insieme, mentre su WIndows XP [ credo anche su Vista, ma posso sbagliarmi] sono estremamente sparpagliate [il menù avvio si gestisce da una parte, lo sfondo da un’altra, scegliere che file visualizzare e quali nascondere altrove]
    Forse non avevate capito cosa intendeva nel suo post, ma la differenza c’è, e non è banale, tirare dietro una battutina fa guadagnare voti, ma non aiuta davvero l’utenza😀

    Inoltre… il discorso della rete…
    CHiedete dettagli su UN al suki, ma la Microsoft ha ammesso ufficialmente http://support.microsoft.com/kb/928233 che Vista in una rete wireless ha problemi con il DHCP.. in particolare non ottiene l’indirizzo del gateway.
    SIGNIFICATO: Se avete un pc con Vista ed un router con DHCP abilitato potreste non essere in grado di connettervi. Ed il problema è strutturale nel modo in cui è progettato Vista.
    Certo, si risolve smanettando un pò, ma quella che da problemi è una configurazione molto diffusa.. considerata la soluzione “ottimale” da avere.
    Per il problema che avete segnalato del WPA-SK… io uso WPA normale, Ubuntu funziona meglio che con Windows XP [ la cui interfaccia semplificata che permetteva di gestire la wireless aveva obiettivamente qualche problema, a volte segnalava di essere connesso ad una rete, mentre non lo era] In Vista è stato corretto?

    Discorso Pesantezza Sistema operativo.
    Vista è peso. tanto.
    Ma non è un problema, anche Windows XP lo era, e tutto sommato non è male come sistema.
    Gli utenti cambieranno pc e tutti saranno contenti, compresi quelli che vendono i PC.
    Ma Beryl gira con un pc a 1.3Ghz ed una Geforce2 da 32 [32!!!]Mb…
    E’ un pò diverso…
    Il vero problema è che Vista farà ricadere dei costi sostanziali anche sugli utenti che non usano software Microsoft… se avete tempo eccovi qua perchè:
    http://www.doxaliber.it/affideresti-il-tuo-computer-ad-un-paranoico/358
    La microsoft ha riposto, non ho il link, però…
    personalemnte ho riletto più volte la risposta, e la MIcrosoft non nega quello di cui è “accusata”… semplicemente prova a dire che che non è colpa sua. Ognuno poi penserà quello che vuole…

    Per finire… Certo che la Microsoft rilascia tanti e TANTI aggiornamenti, insieme ad una manciata di Service pack, e che le differenze che ha Ubuntu da una “versione” all’altra non sono nemmeno lontanamente paragonamili come quelle tra XP e Vista, ma Ubuntu ha una nuova versione ogni SEI mesi… due ogni anno, ed i cambiamenti da una versione all’altra anche se non sono visibili, sono notevoli.
    Ma naturalemnte ogni utente ha necessità diverse, quello che per me è notevole per altri può essere inutile, fastidioso, o può non essere notato affatto.

    Ultimissima considerazione: E’ vero, le ati fanno pesantemente schifo su Linux.
    Se avete una 9700 o più vecchia andrete alla grande, ma se avete una scheda video più recente inizierete a desiderare di non aver comprato quella bella S3 Virge DX a 2€… ma questo è colpa di ATI, non di Linux.
    Le NVidia girano alla grande…

  4. 4 Crossbower martedì, 17 luglio, 2007 alle 10:07

    Ma quante ca***te!
    Leggiti questo prima di fare il fighetto:
    http://geekplace.org/index.php?m=news&id=290&titolo=Occhio_a_Vista

    Poi ne riparliamo… Se hai il coraggio

  5. 5 Vincenzo mercoledì, 18 luglio, 2007 alle 22:11

    @Makenshi
    Per prima cosa ti ringrazio per il tuo intervento. La prima cosa che volevo dirti è che il mio post non è un post “tecnico”, non ho di certo le basi per dare giudizi tecnici su un SO. Però sono uno che come te, che passa TANTO tempo davanti al pc e, quindi, davanti a diversi SO. In effetti io (come anche tu sostieni) non posso dire Vista è meglio di Ubuntu, o Ubuntu è meglio di Suse. E’ diverso. però mi da fastidio che venga detto “Vista fa schifo” e poi sparate 4 ca**ate senza alcuna base di fatti o citazione autorevole di nessun tipo…
    Mi trovi fondamentalmente d’accordo con quello che dici.
    Aggiungo solo:
    1 – il fatto che gnome superficialmente assomigli a windows penso che sia una scelta inteliggente: rende la migrazione da Win a Linux più semplice e immediata. In realtà sono moooooooooolto diversi. Gnome mi piace proprio!
    2 – sulla battuta dello sfondo hai ragione😀 La gestione dello sfondo/tema/etc in Vista è del tutto uguale a XP: clicchi sul destro sul desktop e poi proprietà… Mi sembra che sia tutto li quello che serve.
    3 – sul fatto che Vista non prende l’indirizzo in DHCP è dovuto al fatto che tutto lo stack TCP/IP è stato riscritto. E’ vero che non prenda l’indirizzo è scandaloso. Purtroppo ho Vista sul fisso, per cui niente wireless. D’altra parte di tutti i miei amici che hanno ubuntu sono stato l’unico a cui ubuntu ha riconosciuto subito la scheda di rete senza fili. Grandi problemi sono sorti con una scheda Broadcom.
    4 – perdere sulle prestazioni per una maggiore sicurezza, secondo me, è un buon compromesso.
    5 – le ATI fanno schifo sotto Linux, purtroppo. Così come molte altre periferiche non sono compatibili con Vista. E anche in questo caso non credo che la colpa sia di Bill Gates & Co.
    @Crossbower
    Non so nemmeno che vuol dire fare il “fighetto” in un blog… Ora non ti rispondo perché risponderei a tono. A breve mi leggerò il link che mi hai suggerito e metterò a tema il mio giudizio.

    P.S.= il mio italiano fa veramente schifo… perdonatemi!!!

  6. 6 paperino mercoledì, 18 luglio, 2007 alle 22:36

    Ciao Makenshi,
    il tuo commento contiene un po’ di imprecisazioni. Cercherò di puntualizzare qualcosa:

    E’ stato portato l’esempio dei codec MP3 assenti su Ubuntu [ traduzione: con ubuntu base non puoi riprodurre MP3, wmv, divx, mkv…]

    Il concetto di codec per Linux non mi pare esista. Quando ho provato a riprodurre un MP3 su Ubuntu 7.04 (sulle precedenti manco a parlarne) Ubuntu ha scaricato un plugin per GStreamer. Sottolineo la differenza: PLUGIN vs CODEC. Un codec è un filtro DirectShow che tradotto in soldoni su Windows (tutte le versioni a cominciare da Win 95 in po) permette a tutte le applicazioni audio di far suonare lo specifico tipo di file. Un PLUGIN a differenza è una estensione di quella particolare applicazione: se provi a suonare gli MP3 via Amarok tramite il PLUGIN che Ubuntu scarica automaticamente non funziona. Tra l’altro, data la copertura di brevetti/licenze/ecc. scaricare il plugin in alcune parti del pianeta non è legale; i plugin contenuti invece in Windows e MacOS sono inclusi nel costo della licenza.

    SIGNIFICATO: Se avete un pc con Vista ed un router con DHCP abilitato potreste non essere in grado di connettervi.

    Interessante; ma ho provato Vista con diversi router (almeno 5 o 6 marche diverse) ma non ho mai avuto problemi di DHCP. Invece ho avuto problemi, sugli stessi PC, di DHCP con le seguenti distro:
    Ubuntu 6.06
    Ubuntu 7.04
    Sabayon
    XandrOS
    Quest’ultima distro, semplicemente spostando il portatile da casa in biblioteca, ha smesso non solo di fare DHCP ma completamente di funzionare. Trattavasi di distro appena installata vergine. Nella mia esperienza il problema del DHCP l’ho visto solo con Linux, mai con Windows (inclusi XP e Vista). Probabile che in qualche configurazione arcana il problema esista davvero. Ma non mi sembra così comune. Invece consiglierei dare un’occhiata a questo baco nel kernel Linux: https://bugs.launchpad.net/ubuntu/+bug/109027
    Il baco si è manifestato nell’ultima versione di Ubuntu (7.04) e in una svariata quantità di distro. Con tali distro i mouse PS/2 non funzionano con un’alta probabilità.
    Quanto all’articolo di Gutmann non commento. Gutmann ha basato le sue “speculazioni” leggendo documentazione di terza mano e per sentito dire. Se oggi giorno la ricerca scientifica si facesse solo così, saremmo messi molto male.
    quack

  7. 7 Blackstorm mercoledì, 18 luglio, 2007 alle 22:39

    Bene, bene. Vediamo un po’. Io comincio a rispondere a Makenshi, su un paio di argomenti che non ritengo corretti… Tenedo presente che stiamo parlando di Vista, e non di XP.

    “Per il discorso dell’assenza di licenze… beh c’è chi riesce a vivere senza usare NESSUNA licenza.
    Si rinuncia a molto.. e si guadagna molto.”

    Se devi fare grafica professionale, non puoi appoggiarti a software non licenziato, giusto come esempio. Ha tools che un software libero non riesce ad implementare.

    “Non c’è un modo “corretto” di vivere l’aspetto licenza, ognuno seguirà la sua strada.”
    Concordo😉

    “PRECISAZIONE:
    E’ stato portato l’esempio dei codec MP3 assenti su Ubuntu [ traduzione: con ubuntu base non puoi riprodurre MP3, wmv, divx, mkv…]
    QUesto è vero, ma è anche vero che appena apri un MP3, od un file in alta definizione dentro ad un MKV… Ubuntu si scarica ed installa i codec da solo!”

    Il problema non è questo, senza contare che Vista, dalla home premium in su ha i codec per quasi tutti i formati video e audio, nel media player… Il problema è che quei codec in generale non sono legali, perchè coperti da brevetto. Non è software libero. E in molti casi, infrangono la legge, quelli scaricabili per linux.

    “Un sistema come quello di Windows, in cui i programmi sono proprietari, sarebbe estremamente difficile creare un sistema che ti installi automaticamente i codec per aprire un file sconosciuto.”
    Veramente il doppio clic su un file sconosciuto consente di cercare su inet il programma adatto per leggerlo… Non capisco cosa vuoi dire.

    “[va comunque ricordato che su Vista al momento è vivamente consigliato un Antivirus.. su Linux no. La differenza di prestazioni si sente, soprattutto per gli sfortunati che usano Norton]”
    A paryte che solo un folle userebbe norton, m,a cmq io i primi due mesi di Vista li ho passati senza antivirus. E mi è andato tutto bene. Poi certo, virus sono entrati. Ma non hanno fatto un danno che sia uno.

    “Ed il sistema abbia comportamenti imprevisti.. anche blocchi.
    QUesti problemi aumentano notevolmente se si utilizzano repositories di terze parti, ma ciononostante nella mia esperienza [ di un paio di anni] ho subito soltanto uno di questi problemi.
    UNO IN DUE ANNI.”

    Da quando ho vista non mi è mai successo. E con XP non dipendeva dai conflitti degli aggiornamenti, se crashava.

    “Con windows per passare per esempio da XP a VISTA è necessario rimediare un dvd di Vista ed iniziare un processo non proprio semplicissimo [ anche se sono stati fatti passi enormi rispetto a Win98…]
    SU Ubuntu per passare dalla 6.10 alla 7.4… beh, basta un click.
    Ubuntu si accorge da solo quando ogni sei mesi esce una nuova versione, e ti avverte da solo.
    Comodo.”

    Certo, con la sola differenza che XP e Vista hanno due architetture completamente differenti, in molte cose, mentre linux usa l’architettura di Unix che ha 40 anni. Mi sembra che la differenza sia chiara.

    “Inoltre… il discorso della rete…
    CHiedete dettagli su UN al suki, ma la Microsoft ha ammesso ufficialmente http://support.microsoft.com/kb/928233 che Vista in una rete wireless ha problemi con il DHCP.. in particolare non ottiene l’indirizzo del gateway.”

    Mai avuto problemi, io.

    “Per il problema che avete segnalato del WPA-SK… io uso WPA normale, Ubuntu funziona meglio che con Windows XP [ la cui interfaccia semplificata che permetteva di gestire la wireless aveva obiettivamente qualche problema, a volte segnalava di essere connesso ad una rete, mentre non lo era] In Vista è stato corretto?”
    Ubuntu non è mai riuscito a vedermi la rete. Vista non ha avuto bisogno nemmeno del cd di installazione della scheda wireless.

    “Ma Beryl gira con un pc a 1.3Ghz ed una Geforce2 da 32 [32!!!]Mb…
    E’ un pò diverso…”
    Si, ma come gira?

    “Il vero problema è che Vista farà ricadere dei costi sostanziali anche sugli utenti che non usano software Microsoft… se avete tempo eccovi qua perchè:
    http://www.doxaliber.it/affideresti-il-tuo-computer-ad-un-paranoico/358
    La microsoft ha riposto, non ho il link, però…
    personalemnte ho riletto più volte la risposta, e la MIcrosoft non nega quello di cui è “accusata”… semplicemente prova a dire che che non è colpa sua. Ognuno poi penserà quello che vuole…”
    Guarda, citare l’articolo di Gutmann non è mai una bella presentazione… Dato che ammette, vantandosene di non aver mai provato vista. Quindi non sa come funziona.
    Ah, e per la cronaca:
    http://www.fastsilicon.com/content/view/141/27/

    “Per finire… Certo che la Microsoft rilascia tanti e TANTI aggiornamenti, insieme ad una manciata di Service pack, e che le differenze che ha Ubuntu da una “versione” all’altra non sono nemmeno lontanamente paragonamili come quelle tra XP e Vista, ma Ubuntu ha una nuova versione ogni SEI mesi… due ogni anno, ed i cambiamenti da una versione all’altra anche se non sono visibili, sono notevoli.
    Ma naturalemnte ogni utente ha necessità diverse, quello che per me è notevole per altri può essere inutile, fastidioso, o può non essere notato affatto.”

    Guarda, considerando che le ultime due versioni di ubuntu sono state denigrate da un sacco di gente, che usa solo linux, mi pare che non sia motivo di vanto. Inoltre che differenza c’è fra una versione e quella 6 mesi dopo?

    ————————
    E questo è per te…. Giusto un paio di punti, mi sembra che si possa fare un dialogo civile, con te…

    Passiamo a Crossbower… Bene, oltre ad essere un troll, sei uno dei soliti. Tu lo sai che quella pagina è una delle peggiori che potevi citare? Dice cose sbagliate, ed in più è una forma di proselitismo…
    Presto sul mio blog risponderò…
    Ti invito a passare da lì, e rispondere anche a me… Qui non mancano i coraggiosi. L’unico problema è che noi coragigosi vorremmo parlare con gente documentata.

  8. 9 Crossbower giovedì, 19 luglio, 2007 alle 12:13

    Mi scuso per il modo in cui mi sono espresso primo. Ero un po’ irritato per fatti miei e chiedo scusa all’autore.
    Tuttavia la provocazione del link che ho postato rimane😉

  9. 10 Crossbower giovedì, 19 luglio, 2007 alle 12:16

    @paperino

    Penso che tu non abbia visto il link che ho postato:
    http://geekplace.org/index.php?m=news&id=290&titolo=Occhio_a_Vista

    Ti faccio una domanda… Tu che appoggi vista hai mai provato ad usare veramente altri sitemi liberi? E non intendo solo linux, ma anche il fantascientifico (open)-solaris, vari *bsd e altri???

    Sei veramente in grado di fare un confronto?
    Niente di personale, non prendetela come un offesa…

  10. 11 Crossbower giovedì, 19 luglio, 2007 alle 12:22

    @Blackstorm

    Penso che tu sia veramente un ignorante… Ora ti spiego perchè:

    1) Non penso tu abbia le basi per affermare ciò che hai postato
    2) Un sistema libero come opensolaris, sebbene derivi da architetture unix, e migliaia di anni avanti come tecnologia a qualsiasi windows o mac os. Documentati sul sito della sun (che è una vera azienda degna di questo nome. da libertà agli utenti. pubblica software opensource. spedisce dall’america senza costo il suo sistema con licenza domestica, ti consiglio di ordinarlo e provarlo. si hai capito bene, per fini non commerciali e GRATIS)

    Il resto che hai detto non lo commento neanche perchè è ovvio che è detto da uno di parte…

  11. 12 Crossbower giovedì, 19 luglio, 2007 alle 13:07

    Ti rispondo in modo simile a come ho risposto a paperino…

    Allora, a parte il fatto che penso tu non abbia mai utilizzato altri sistemi oltre a windows, (per utilizzato intendo seriamente, e non una misera ubuntu live con solo il minimo di feature abilitate. Quindi mi riferisco a una debian, slackware o gentoo ben installata o a un altra distribuzione per utenti più esperti. Senza togliere nulla a ubuntu, non la apprezzo molto come distro), ma dimmelo se non è vero, ho alcune considerazioni:

    1) Il superfetch è una feature abbastanza controversa, consuma molta batteria sui portatili e molta memoria ram, non sempre gestendola al meglio. Per essere veramente apprezabile un utente dovrebbe avere un miglior controllo e poter fissare da solo le policies di ottimizzazione e lo spazio che vuole utilizzare per queste. Sebbene si possa disativvare vista non funziona altrettanto bene senza. Quindi avrebbero dovuto far in modo che fosse migliore da configurare e non che mangiasse via di default tutta la ram che vuole. Io come utente linux lo considero uno spreco di risorse enorme comunque a chi serve può essere utile. Ma ripeto: non si può configurare facilmente per le proprie esigenze

    2) Come si può apprezzare un sistema che è chiuso al massimo col resto del mondo e con i propri utenti? vista è il sistema più chiuso con che microsoft abbia mai fatto. Altre aziende, come la sun, hanno lasciato molta più libertà all’utente, e il sistema operativo solaris include in meno spazio features che fanno impallidire vista.

    3) Vediamo la licenza di vista. Una simpatica chicca:
    “Oggi, il sito it.theinquirer.net rende nota un’altra singolare limitazione a cui saranno soggetti gli utenti del nuovo sistema operativo Microsoft. Secondo il paragrafo 3C quando il sistema è in funzione icone immagini e contenuti multimediali non possono essere condivisi con altre persone.

    Un’interpretazione rigida della norma sembrerebbe escludere la possibilità che più utenti possano contemporaneamente trovarsi davanti al monitor per esempio per la visualizzazione di un documento o la proiezione di un filmato…

    Le molte critiche ricevute in queste ore hanno portato Microsoft ad annunciare per i prossimi giorni un comunicato ufficiale sui contenuti della sua nuova licenza, nella speranza che il buon senso nel frattempo si sia fatto strada nelle fervide menti dei legali di casa Redmond. ” http://www.azpoint.net/software/windows/13703/Licenza-Vista-un-solo-utente-davanti-al-monitor.asp

    A parte queste idiozie, ho letto la licenza di vista (prima di formattare il sistema e ilstallare linux e solaris sul mio nuovo portatile)
    Richiede all’utente cose scandalose. Adesso non c’è l’ho qui davanti ma mi sono ripromesso di analizzarla ed esporla più avanti.

    Una domanda a tutti voi che usate microsoft, quanto conta la libertà?
    Perchè la microsoft rende il più complicato possibile la convivenza dei suoi sistemi con altri? Perchè non fa niente contro i produttori che non danno risarcimenti sul software?
    Come posso io come persona che crede nella libertà usari i suoi sistemi?

    I sistemi commerciali prodotti dalla sun lasciano l’utente padrone di se. Sono aperti al pubblico. Solaris tra quelli che ho provato è l’unico sistema operativo commerciale veramente serio nei confronti dell’utente. Controllate e vedrete: http://www.sun.com

  12. 13 Paperino giovedì, 19 luglio, 2007 alle 14:48

    @Crossbower:
    non solo l’ho visto diversi mesi fa, ma l’ho commentato paragrafo per paragrafo sul mio blog.
    Ti dico la verità: non credo che un confronto fra OS abbia molto senso fatto in certe maniere. Pragmaticamente parlando, openSolaris sarà pure il migliore sistema operativo del mondo (essendo basato su Unix sono scettico per via di certi pregiudizi), ma se le _MIE_ applicazioni non ci girano su Solaris preferisco il DOS.
    Riguardo alla licenza di Vista: lo stesso Enquirer dice che

    Sospettiamo che dietro questa frase ci sia una stesura maldestra del contratto, piuttosto che un diabolico e furbo progetto per tassare l’uso di videoproiettori e monitor extra.

    Capita di sbagliare a scrivere una licenza. Ci sono licenze molto “peggiori” di quella di Vista, ne sa qualcosa TiVò Inc. che nonostante abbia letto ed obbedito alla licenza, se ritrova le gambe segate: ironia della sorte alcune di queste licenze vengono chiamate “libere”.
    Sulla libertà e interoperabilità: mi sembra che l’accordo con Novell et al. vada nella giusta direzione. Non mi pare che chi sostenga software “libero” (?) l’abbia presa molto bene. Poi sul concetto di libertà ho voglia di scrivere qualcosa di più, magari in seguito sul mio blog.

  13. 14 Crossbower giovedì, 19 luglio, 2007 alle 15:04

    Ei, guarda che sono riuscito a far girare photoshop su linux, che non è mica un applicazione leggera… Linux permetti di utilizzare praticamente tutte le applicazioni di windows.
    Cerca su google: wine, cedega e crossover (mi pare)

    E poi hai mai provato software diverso? Gimp ad esempio? Le diverse migliaia di applicazioni dei repository?

    E poi un conto è dire che windows a più software di linux (dubito sia vero, comunque finche non mi documento…) e un conto è dire chè quel software è utilizzabile da tutti.
    E in media un programma proprietario costa dai 50 ai 200 euro o più (pensate a microsoft office), il “parco software” è direttamente proporzionale allo stipendio dell’utente…

    Quasi una legge matematica vero?

  14. 15 Blackstorm giovedì, 19 luglio, 2007 alle 15:50

    @Crossbower:

    Penso che tu sia veramente un ignorante… Ora ti spiego perchè:

    Già partire dandomi dell’ignorante non è una cosa che mi bendispone nei tuoi confronti, ma comunque farò finta che siano i postumi del giramento con cui ti sei presentato nel primo post.

    1) Non penso tu abbia le basi per affermare ciò che hai postato

    Io non penso che la forza di gravità esista, ma non vuol dire che sia vero.

    2) Un sistema libero come opensolaris, sebbene derivi da architetture unix, e migliaia di anni avanti come tecnologia a qualsiasi windows o mac os. Documentati sul sito della sun (che è una vera azienda degna di questo nome. da libertà agli utenti. pubblica software opensource. spedisce dall’america senza costo il suo sistema con licenza domestica, ti consiglio di ordinarlo e provarlo. si hai capito bene, per fini non commerciali e GRATIS)

    Certo, però se non mi ci gira la roba che mi serve, non lo uso. Punto. E risparmiati le frecciatine sul gratis o meno. So cosa è un free software e cosa è un software opensource.

    Il resto che hai detto non lo commento neanche perchè è ovvio che è detto da uno di parte…

    Pazienza. Intanto, sul mio blog, sto smontando pezzo per pezzo quell’osceno documento. Vedi, il fatto è non tanto che io odi o meno l’opensource, cosa che tu non puoi dire, perchè non sai quanto io sia di parte o meno, il fatto è che non sopporto la gente che fa propaganda alla maniera di quell’orribile documento.

    a parte il fatto che penso tu non abbia mai utilizzato altri sistemi oltre a windows, (per utilizzato intendo seriamente, e non una misera ubuntu live con solo il minimo di feature abilitate. Quindi mi riferisco a una debian, slackware o gentoo ben installata o a un altra distribuzione per utenti più esperti. Senza togliere nulla a ubuntu, non la apprezzo molto come distro),

    Vedi, io penso che dentro il mio computer ci siano delle formiche che fanno tutto il lavoro che è attribuito ad un fantomatico processore, perchè non penso che un fenomeno come l’elettromagnetismo esista. Ciò non vuol dire che io abbia ragione.

    Quanto ai sistemi operativi, io so solo che a tutt’oggi, con l’aiuto di alcuni miei amici esperti di linux, ubuntu non riesce ancora a vedermi la rete. Windows si. E questo non mi fa propendere molto favorevolmente per linux. Quanto a programmi tipo gimp, si l’ho provato, ma preferisco lo stile di un photoshop… gimp ha i menu messi un po’ strani, ma sono gusti personali. Attualmente per la poca grafica che faccio sto usando Paint.Net. Provalo.

  15. 16 paperino giovedì, 19 luglio, 2007 alle 17:58

    @Crossbower:
    c’è una sola cosa che non si può comprare al mondo ed è il tempo. I costi economici per taluni (diciamo pure la maggior parte della gente) possono essere completamente irrisori se il tempo risparmiato compensa abbondantemente. Il mio tempo libero, risorsa molto scarsa, ha un valore indicativo molto alto: ho speso volentieri 30$ per comprare una licenza di Premiere Elements; su Linux ho provato Cinelerra: hai presente il cilicio? Uguale!
    Wine: non mi lascia di stucco; a che serve una libreria che mi permette di far girare Photoshop 1.0 quando ormai la versione corrente è la 9.0? A che serve una libreria che emula “Win95” quando presto le applicazioni cominceranno a essere scritte per Vista?
    Non so se tu l’abbia provato Wine, ma la lista delle applicazioni che girano “bene” è qui: http://appdb.winehq.org/browse_by_rating.php?sRating=Gold
    Se togli tutte le applicazioni “inutili” (a che serve far girare windows media player su Linux quando ci sono applicazioni equivalenti?) e tutti i “giochi” (tra l’altro quasi tutti in versioni molto vecchie), non credo che Wine sia un così grande aumento di produttività. Le applicazioni importanti per ora su Wine non funzionano: parlo di Photoshop CS3, Premiere, Pinnacle Studio, CorelDraw, Autocad, ecc.
    Gimp gira anche su Windows. Se devo essere onesto, non mi piace e preferisco Paint.Net. Alla fine mi chiedo: è Gimp il motivo per passare a Linux? Non mi sembra. L’unico vero motivo per cui certa gente passa a Linux è solo quello economico, non prendendo in considerazione la quantità di tempo e fatica che Linux richiede. Ma per 50$/70$ (costo di una licenza Vista Basic/Premium con acquisto di un DELL) vale davvero la pena?
    Alla fine la legge matematica fondamentale recita: è la somma che fa il totale.

  16. 17 Vincenzo giovedì, 19 luglio, 2007 alle 19:36

    ok… mi sembra che non ci sia bisogno che io risponda a Crossbower…

  17. 18 mucca lunedì, 23 luglio, 2007 alle 21:25

    Edit by Admin: evitiamo gli insulti…

    @Blackstorm

    sei un [censura]
    se non hai la più pallida idea di cosa possa fare linux in più di windows…. e in tendo qualunque windows rispetto a una qualunque distribuzione linux… sei un [censura] pensa solo al piccolo aspetto che è un sistema multiutente….
    non dico altro …

  18. 19 Blackstorm sabato, 28 luglio, 2007 alle 10:30

    @Mucca…
    Eh, caro mio… nn pensavo ti saresti piccato così tanto. Conosco le possibilità di linux, apprezzo alcuni aspetti, me ne dan fastidio altri. Esatamente come Vista: non sono d’accordo con tutte le politiche Microsoft, ma questo non vuol dire che non apprezzi i passi avanti che sono stati fatti da Vista rispetto ad XP.
    Semplicemente mi dà fastidio, e molto, la gente che scrive roba come i tizi di OpenLinux, che scrivono un sacco di cavolate. Perchè ti assicuro che almeno l’80% di quel che c’è scritto è una bufala… Vedi, a me da fastidio la guerra di religione sugli os, in generale. Attualmente, se riuscissi a far vedere la rete a linux, sarei molto contento, ma capisci che se ci devo perdere 2 mesi, allora mi viene difficile anche solo provarlo (e non parliamo dei pacchetti che teoricamente dovrebbero essere presenti sul DVD di KUbuntu, ma che il software di aggiornamento, alla faccia dell’usabilità, non vede nemmeno a recitare in bulgaro…). Vedi, a queste condizioni, mi riesce difficile essere contento delle prestazioni di linux, visto che non riesco a sfruttarle in nessuna maniera. E questo mi pare sia un elemento importante: ossia che qualcosa funzioni senza perderci un mese.

    PS: forse non lo sai, ma noi due ci conosciamo😀

  19. 20 Vincenzo sabato, 28 luglio, 2007 alle 17:38

    Quello che evidentemente non si è capito è che il post non è ne contro ubuntu ne a favore di vista… ma volevo far notare a che livello può arrivare questa “guerra santa degli os”.

    P.S.= sono appena tornato da Falcade (BL) – 1137 metri sul livello del mare, che fresco che c’era…

  20. 21 Bolpo giovedì, 2 agosto, 2007 alle 12:11

    io dico solo…con vista in un giorno ho formattato 4 volte per i suoi splendidi bug…alla 4 volta ho messo ubuntu ed è+ ancora li da gennaio

  21. 22 Vincenzo giovedì, 2 agosto, 2007 alle 14:10

    Ma… 4 volte in un giorno mi sembrano veramente tante… Potresti dire meglio qual’era il problema?

  22. 23 Blackstorm venerdì, 3 agosto, 2007 alle 15:09

    Concordo, sono decisamente troppe. Io l’ho installato senza alcun problema alla prima botta. Non è che per caso hai provato ad installare un crack per vista, al che ti ha dato qlc problema?

  23. 24 f3rmat giovedì, 9 agosto, 2007 alle 13:03

    4 volte in un giorno??? veramente strano… io non ho mai avuto grossi problemi, ne con sistemi microsoft (vista compreso)ne con distribuzioni linux. entrambi non sono certo immuni da difetti, ma fare un paragone come quelli che si stanno trovando in rete ultimamente mi sembra solo inutilee certamente poco costruttivo. l’unica cosa, poco citata, e’ il fatto che un utente che decide di comprarsi un portatile ha praticamente l’obbligo di comprarsi anche la licenza della microsoft.

  24. 25 Blackstorm venerdì, 10 agosto, 2007 alle 14:34

    @f3rmat: solo un appunto: a parte il fatto che è sempre stato così (o quasi), e sono d’accordo che non sia il massimo, però attualmente la situazione è molto migliorata: la dell vende portatili con linux preinstallato, e se non vado errato si può chiedere, per alcuni produttori di non avere nessun os installato (anche se qui potrei sbagliarmi)…

  25. 26 f3rmat sabato, 11 agosto, 2007 alle 13:40

    La dell non vendera’ i suoi pc con ubuntu preistallato in italia, e purtroppo per i portatili e’ decisamente complicato trovarne senza os. O meglio, i pochi che sono stato in grado di trovare nel torinese (parlo esclusivamente per mia esperienza personale), hanno solo cercato di rifilarmi ciofeche vecchie di almeno un paio d’anni… L’unica alternativa e’ chiedere un rimborso per la licenza “indesiderata”, ma anche in questo caso non e’ molto facile ottenere qualcosa…

  26. 27 Blackstorm sabato, 11 agosto, 2007 alle 14:22

    Si, della licenza lo so. Purtroppo la politica Ms riguardo alle licenze la trovo un po’ balorda, personalmente…

  27. 29 Vincenzo martedì, 14 agosto, 2007 alle 19:12

    😦
    Beh… Per essere l’uomo più ricco del mondo Bill Gates avrà fatto pure in qualche modo!

  28. 30 slash giovedì, 16 agosto, 2007 alle 19:05

    per formattare 4 volte vista basta provare ad installare un software non compatibile (o non aggiornato) vedi avast photoshopCS alchol ecc…
    e il software costa!!!!
    Il grande grandissimo problema di vista è la retro-compatibilità praticamente inesistente.
    il grande problema dei sistemi linux è che i produttori hardware non sviluppano driver per linux io sto ancora sbattendo la testa nel tentativo di installare il softmodem del portatile ma il problema non è del mondo opensource ma della intel che non sviluppa i driver!!!

    cmq io sono passato ad ubuntu e non me ne pento affatto!

  29. 31 Vincenzo sabato, 18 agosto, 2007 alle 14:52

    @slash
    Io su Vista ho installato senza (per ora) problemi: l’intera “adobe creative suite cs3 design premium”, avast.
    Ho installato anche nero 7 e devo ammettere che questo un po’ di problemi li da: mi brucia 1 dvd su 3, anche se credo che sia dovuto più ai driver NEC che a nero.
    Per quanto riguarda intel, la grande azienda non fa driver perché non ne vede il guadagno da quella piccolissima fetta di mercato che rappresenta chi ha solo linux.
    Concludo dicendoti che (come ho ripetuto più volte) anch’io ho ubuntu sul portatile e mi ci trovo fondamentalmente bene, però ho rinunciato totalmente ad avere il bluetooth, e quindi sono stato costretto a tornare al mouse con il ricevitore wirless dopo che avevo acquistato il mouse BT…

  30. 32 Non ho parole... mercoledì, 29 agosto, 2007 alle 11:38

    Non ho veramente parole… hai paragonato Windows, sistema pluridecennale, al neonato Ubuntu. Ubuntu ha tanti di quei vantaggi che sminuirlo perchè “non ti vede la rete, invece Windows si”, è veramente patetico. Anzitutto praticamente tutti i driver, dall’alba dei tempi, sono sviluppati praticamente solo per Windows, e il fatto che gran parte delle periferiche funzionino anche su un sistema linux complesso come ubuntu senza il minimo intervento da parte dell’utente significa che è stato fatto un lavoro MOSTRUSO per quanto riguarda compatibilità. Un utente Windows non può, e sottolineo NON PUO’ pensare di passare a ubuntu senza avere problemi. Deve armarsi di pazienza e fare uso della sua esperienza per configurare al meglio una distro linux, ma quando l’avrà fatto ne sarà molto soddisfatto. Ripeto, paragonare Windows a Linux usando lo stesso metro, come è stato da te fatto in questo post, è patetico.

    (PS.: sto scrivendo da Ubuntu (anzi, linux Mint, derivata da Ubuntu) connesso con la pennetta wireless senza il minimo problema. Provate a armarvi di pazienza e scoprirete che grazie a ndiswrapper è possibile addirittura usare il driver x windows sotto linux. E venitemi a dire che linux è indietro.)

  31. 33 Andrea mercoledì, 29 agosto, 2007 alle 14:05

    concordo pienamente: cerchiamo di valutare cosa è stato fatto dagli sviluppatori di ubuntu, in così poco tempo, senza praticamente alcun appoggio da parte dei produttori di hardware. lo devo dire, ho provato ubuntu e non lo ho più lasciato, ho dovuto rinunciare ai giochi ma ho un sistema stabile da mesi, in continua evoluzione, con effetti grafici e performance avanti di 5 anni su vista e che mi gira su un p4 1,7 GHz con 512 di ram. Vista (e MS) è un danno per l’informatica e non si può dire che è meglio solo perchè, rappresentando il monopolio MS, tutto l’HW si è evoluto su base windows. Linux for ever (lo so sono di parte , ma non mi sembra ci voglia molto)

  32. 34 Andrea mercoledì, 29 agosto, 2007 alle 14:11

    PS: sul mio pc gira Ubuntu 7 con compiz-fusion, che per decenza (e pietà verso gli sviluppatori MS) non paragono a quella tristezza di aero. Vista girerebbe?

  33. 35 ViK giovedì, 30 agosto, 2007 alle 8:11

    Scusate il ritardo, ma lo studio preme!
    @Non ho parole…
    Ti dico questo:
    1. anche Vista è neonato, e infatti ha problemi di compatibilità esattamente come Ubuntu. Quello che facevo notare io è che Ubuntu non è perfetto come potrebbe sembrare dal post a cui rispondo, e che se Vista ha problemi tutti urlano allo scandalo, se li ha Ubuntu allora basta 1 po’ di pazienza.
    2. se quelli di GNU&Linux&Co. invece di fare uscire una distro nuova ogni 6 mesi lavorassero a scrivere i driver, Windows probabilmente non esisterebbe più!
    3. dopo 4 anni che studio informatica all’università ho capito che la risorsa più importante di tutte non è la RAM, ma il tempo. C’è 1 sacco da studiare e da scoprire, le tecnologie avanzano con tempi serrattissimi, e gli esami non accennano a diminuire… Io vorrei installare un S.O. e non metterci mano, ma usare il mio tempo piuttosto per programmare in Java (ora ho scoperto i Web Service), lavorare con Photoshop, scrivere su questo blog, uscire con la mia ragazza, etc. etc. Insomma il t vale più dell’oro e sono stufo di usare la riga di comando, sinceramente.
    @Andrea
    Che gli sviluppatori Ubuntu si siano fatti 1 c*lo enorme non ho veramente dubbi, infatti è la distribuzione che mi sta dando più soddisfazioni per ora. Ma sul mio portatile è instabile. E ai tempi di Gentoo sul P3 sapevo sempre dove mettere le mani, ora si cerca di nascondere all’utente come MacOs, rendendo le cose ancora più difficili per gli utenti avanzati. Sull’interfaccia grafica ho già espresso la mia opinione nel punto 1 del post. Ma io credo che sia una scelta, non una capacità. Basta cercare Microsoft Surface su YouTube, per vedere che la MS sa bene cos’è la grafica. Che sia un danno per l’informatica… Mah, vorrei capire meglio cosa intendi. Cmq no, con 512 mb di RAM aero è disabilitato di default.

  34. 36 NeCoSi venerdì, 31 agosto, 2007 alle 23:50

    Mi sembra che la Microsoft abbia acquistato un progetto da dei laboratori di ricerca (ora non ricordo il nome) e lo abbia rinominato Surface.

    Surface quindi non è stato concepito dalla Microsoft, ma è stato acquistato che sono cose ben diverse.

  35. 37 ViK sabato, 1 settembre, 2007 alle 9:04

    @NeCoSi
    “Mi sembra” non è una certezza… hai delle prove? E che mi dici di Photosynth? Anche questo è stato acquistato dalla MS?

  36. 38 alexandros domenica, 2 settembre, 2007 alle 16:11

    Le comunità del “foss” lavorano, Ubuntu funziona, dobbiamo per forza infiammarci per difendere il nostro s.o. preferito quale esso sia?
    Da anni uso linux ma non perché windows non funzionasse, ma perché condivido totalmente i suoi Princìpi e non c’è alcun software che mi serva che nelle distribuzioni linux non ci sia (non sono un tipografo…)

    Prestazioni, stabilità, sicurezza, funzionalità? se ci sono degli studi scientifici che confrontino i s.o. postateli, altrimenti non basiamoci su una scheda wireless che funziona/non funziona.

    La mia scelta ha comunque altri fondamenti e mi soddisfa (e mi fa lavorare) appieno.

    Insomma, ritengo che l’unico dispiacere che provo è l’impossibilità di scegliere liberamente quale sistema avere all’atto dell’acquisto di un pc SENZA trovarvi installato Windows!

    Per il resto usate quel che volete!

  37. 39 ViK lunedì, 3 settembre, 2007 alle 20:25

    Penso di averlo detto cento volte… Si può leggere anche qui che non ho un SO preferito… Con questo post volevo solo far notare quanto vada di moda dire che Vista fa schifo e che nemmeno Ubuntu sia perfetto (nessuno SO lo è!). Cmq anche a me piacerebbe acquistare un portatile con Ubuntu già installato, così sarei sicuro che tutte le periferiche funzionano e non dovrei perderci tempo. Il punto è sempre questo, ribadisco: non ho tempo da perdere dietro al bluetooth che non funziona (con Sabayon funzionava), preferisco usarlo per lavorare.

  38. 40 Blackstorm venerdì, 7 settembre, 2007 alle 15:12

    @Non ho parole:
    “Non ho veramente parole… hai paragonato Windows, sistema pluridecennale, al neonato Ubuntu.”
    Oltre a far notare che Ubuntu è in ciroclazione da più tempo che Vista, quello che mi preme sottolineare è che Ubuntu è una distribuzione linux basata su Debian, a quanto mi risulta. Stiamo parlando di un kernel che viene sviluppato da anni, e di una distro (Debian) che non è nata l’altro ieri. Che Ubuntu sia nata da poco è una giustificazione valida perchè abbia qualche problema a livello hw/sw, il fatto che Vista sia nato da poco, invece non è una buona scusa per avere problemi di compatibilità – e Vista è stato ridisegnato da zero, Ubuntu no.

    “Ubuntu ha tanti di quei vantaggi che sminuirlo perchè “non ti vede la rete, invece Windows si”, è veramente patetico.”
    Patetico? Scusami, ma mi spieghi come facico ad apprezzare i vantaggi di linux se la rete non la vedo? apt non va, perchè non c’è la rete, il software che posso voler provare non riesco ad installarlo perchè la rete manca, se uso l’interfaccia grafica per installare software mi si incazza perchè ho un dvd (lo stesso dal quale l’ho installato) e vuole invece il cd (siamo nel 2007, non nel 1995), se casualmente riesco a installare qualcosa, non funziona perchè ho bisogno di chissà quale libreria, messa su un repository a cui non posso accedere causa mancanza della rete. Ora, spiegami come diavolo faccio ad apprezzare linux (e ti assicuro che lo apprezzerei volentieri, se mi riuscisse di farlo andare), se non posso farci nulla.

    @Andrea: lo sai che Vista mi gira su una macchina anche più modesta? Si, senza aero, e allora? Personalmente aero la disabiliterei comunque, a meno che non mi offrisse vantaggi decenti. Io non me ne faccio nulla della bella grafica di un os, io me ne facico di una macchina che funzioni. Se vogliamo paragonare solo in base alla grafica, allora mi sa che abbiamo idee diverse.

    @alexandros: ok. ora, io ho bisogno di connettività. Con ubuntu devo smadonnare perchè non mi va la wireless, con Vista non devo installare nemmeno i driver. Questo è un fatto. Che per me, personalmente, conta. Perchè io ho bisogno di connettività per lavorare su alcuni progetti. Vista me la dà, ubuntu no. A me pare, che per qnt mi riguarda, isa una buona discriminante.

  39. 41 ViK venerdì, 21 settembre, 2007 alle 13:08

    Per chi ancora pensasse che Gutmann sia una persona seria:
    Gutmann vs il resto del mondo
    Leggete il post, ma anche i commenti.

  40. 42 PhoenixBF domenica, 23 settembre, 2007 alle 17:32

    Questo e’ il mio fisso, di 4/5 anni fa, con Compiz Fusion, ben 256 di RAM e una nvidia 5200 fx.

    Un video parla piu’ di tante parole, per quanto riguarda le qualita’ intrinseche del SO. Buona visione.

  41. 43 PhoenixBF domenica, 23 settembre, 2007 alle 17:46

    Ah, e dimenticavo che mentre gira fusion, ci sta tranquillamente una macchina virtuale in ESECUZIONE con windows 98…

    Quello che voglio dire e’: ok confrontare tizio con caio, pero’ se cominciamo a paragonare sugli “oldies” i 2 SO, si comincia a vedere quale dei 2 vince a mani basse, vista si rifiuta addirittura di installarsi in 256 di ram, vorrei poi vedere con Aero (che non si avvicina neanche lontanamente a Fusion in quanto a usabilita’ o effetti).

    L’unica pecca e’ il fine-tuning di linux che richiede appunto tempo e magari qualche conoscenza in piu.

    Ma le qualita’ intrinseche sono un’altra cosa.

  42. 44 ViK domenica, 23 settembre, 2007 alle 22:03

    @PhoenixBF
    Senti, a me non scandalizza che Vista abbia bisogno di 1 GB di RAM perché questo problema si risolve con 25/30 €. Invece mi lascia decisamente interdetto non avere un flash player… Ribadisco per la centesima volta! Il tempo speso a far funzionare il mio PC e periferiche, lo spenderei con molto più piacere con la mia ragazza, e il tempo non ha prezzo (x tutto il resto c’è mastercard ma…)!!!

  43. 45 PhoenixBF domenica, 23 settembre, 2007 alle 23:24

    @ Vik

    Esatto, e’ proprio quello che sto dicendo io.
    Linux richiede tempo per essere configurato, detto questo non c’e’ tanta storia sulla personalizzazione, e’ un OS camaleontico, puo’ adattarsi a qualunque ambiente hw.

    Per questo quelli di Ubuntu e rami limitrofi (vedi la Linux Mint con flah, java e altro GIA’ pronti) si stanno dando da fare per l’ambiente desktop e stanno rendendo la distro di testa (al momento ubuntu) pronta per l’utonto medio.

    Flash a 64 bit o altre periferiche “particolari” (tipo il mio lettore di impronte digitali) danno problemi, ma sappiamo tutti che NON c’entra purtroppo linux, gli sviluppatori fanno quello che possono, se Adobe o altri continuano con politiche di chiusura ci vuole piu tempo per il reverse eng.

    Non ti credere che non comprenda lo sbattimento a configurare ogni volta alcuni particolari di linux.

    Poco prima qualcuno diceva di vista e wireless.
    Dipende dall’hardware vero, ma se e’ supportato ragazzi, non raccontiamoci balle: al PRIMO AVVIO ho il bluetooth E wifi funzionanti. E vista? andate a scaricarvi i driver… se vanno.

    Questi confronti comunque non servono a nulla IMHO, sono sistemi completamente diversi, linux non e’ nato per l’ambiente desktop, ci si sta avvicinando, ma l’idea di fondo e’ completamente diversa da windows.

  44. 46 Blackstorm lunedì, 24 settembre, 2007 alle 1:23

    @Phoenix:
    Solo un paio di appunti: credo di averlo già deto in giro, ma a me non frega molto degli effettini grafici di compiz, fusion, aero, e chi ti pare. Un video che mi fa vedere quello stramaledetto cubo (stramaledetto perchè porca miseria è l’unica cosa di cui la gente sa parlare quando spunta fuori un confronto Vista-Linux: “guarda cosa fa il mio fichissimo linux con compiz!” “compiz è anni luce avanti a aero!”, e così via. Mi sono decisamente rotto. E mi sta venendo il sospetto che sia l’unica cosa di cui i linux fanboy possano permettersi di vantarsi, visto che è l’unica che tirano fuori), quel dannato cubo, vederlo girare e fare tutti i giochetti mi fa molto piacere. Ma basta. Bello quando l’ho visto, divertente, 10 minuti ci gioco, poi ho anche altro da fare. Quel video non mi dice nulla. Per me vale zero, come vale zero qualsiasi video su vista con aero. sono pochi gli orpelli grafici che tengo, e li tengo solo in base alla funzionalità.

    Quello che diceva di Vista e wireless sono io: e non racconto balle, la scheda wireless mi è andata, sotto vista senza nemmeno installare i driver, mentre sotto linux, la riconosce, anche il modello, però non va.

    Domanda: ma tu vista l’hai provato?

    Quanto al fatto che siano sistemi diversi ok, ma se linux vuole puntare sul mercato desktop bisogna rendersi conto che la gente non vuole perdere tempo con ndiswrapper, sudo, aptget, e menate varie. Semplicemente non vuole, perchè il tempo è denaro.

  45. 47 PhoenixBF lunedì, 24 settembre, 2007 alle 1:58

    @ Blackstorm

    Intanto la questione degli “effettini grafici” che vanno tanto di moda ora, non e’ l’unico punto di forza, veramente e’ l’ultima cosa arrivata su linux (roba nata mesi fa ed ancora in fase di rodaggio) il quale ha centinaia di pregi visibili e non che non sto qui ad elencare.

    Ti faccio un paio di appunti pero’:

    1) Che ti piaccia o no, questo e’ l’approccio del futuro.
    Vista, Ubuntu o PincoPallinoOS usaranno questo tipo di gestione grafica per le finestre, fattene una ragione.
    Non sto qui a spiegarti i vantaggi dello spostare tutto il peso del WM sulla scheda grafica con conseguente sgravo di CPU rispetto ai sistemi attuali, credo tu lo sappia.
    Se non lo sai, ripeto, fattene una ragione. Tutti i nuovi OS useranno questo tipo di sistema.

    2) Linux e’ la personalizzazione in persona, quindi il cubo e’ solo *UNO* dei tanti plugin disattivabili. Ti danno fastidio le finestre wobbly? le disattivi. Ti da’ noia il cubo? lo disattivi. Ti piace lo Scale perche’ utile? lo lasci attivo. Eccetera eccetera.
    Sono il primo a dirti che certi plugin sono fini a loro stessi, d’altronde, fusion, come lo era beryl, e’ un LABORATORIO di esperimenti, esperimenti sulla usabilita’. Cio’ che non serve a breve verra’ razionalizzato, eliminato e rimarranno di default solo le features piu utili e produttive.
    Questo vi sfugge.

    3) Il fatto che su youTube esista un proliferare di cubi e robe che girano (che io stesso non condivido appieno) derivano principalmente da una reazione a quel messaggio di fondo di vista, che mostra al mondo chissa’ quali novita’ assolute, es. il suo orribile e INUSABILE Flip3D (le finestre che si coprono tra loro rispetto ad es. allo Scale che le mostra IN TOTO) o Aero facendoli passare come la piu grande novita’ della storia.

    4) Vista l’ho provato e usato eccome. Su una bella nvidia 7600 Aero era un mattone, vari ritardi di interfaccia e altre cose che non sto qui a scrivere.

    5) Ubuntu con la Dell sta puntando proprio sul portare linux sui desktop. A mio parere mancano ancora alcune cose da risolvere, soprattutto una organizzazione di fondo da parte Dell. Intendo che la Dell – immagino – mettera’ su un suo repository con sw ad hoc per il tuo hardware, aggiornamenti.
    Io non so se hai mai provato i gestori dei pacchetti linux, non esiste NULLA di piu facile, un click e via. i setup.exe di windows sono OBSOLETI, e ci impieghi di piu ad installare qualsiasi cosa.

    6) Tu come gli altri vi scordate sempre che non state paragonando OSX a windows un sistema a pagamento con un altro a pagamento, cribbio ragazzi, stiamo parlando di un sistema sviluppato in maggioranza da gente NON pagata, che ci mette la passione, questo non vi fa suonare le campanelle?

    In ogni caso, come dicevo, sono discorsi inutili IMHO, linux non e’ nato per questo, ricordo ancora quando neanche pochi anni fa non riconosceva manco le porte usb, oggi metti un iPod e ti sincronizzi tutto con un click.

    L’evoluzione di linux in questi ultimi anni e’ qualcosa a dir poco imbarazzante come velocita’ nei confronti delle grandi come MS o anche Apple.
    Quello che MS fa in 5 anni loro lo sviluppano in 3 mesi.

    Non fraintendete, a me piace la competizione, MS non si sente piu’ sicura di questi ultimi tempi, quindi deve dare ancora di piu’, e linux anche se vuole conquistare una buona fetta.

    Questa competizione alla fine giova a NOI UTENTI.

  46. 48 Blackstorm lunedì, 24 settembre, 2007 alle 15:46

    Pienamente d’accordo sul fatto che la concorrenza giova a noi utenti. Per il resto:

    1) non ho detto che sono contro l’approccio che avranno i sistemi. So benissimo i vantaggi di demandare la gestione grafica alla gpu. Quello che volevo dire e’ che a me personalmente non piacciono i 5000 effetti grafici. E trovo strano che una grafica semplice non se la possa sobbarcare la gpu, mentre una complessa si. tutto qui.

    2) A me pero’ interessa una cosa stabile e usabile, non scaricare un pacchetto che e’ un laboratorio sperimentale.

    3) guarda, flip3d fa cagare anche me… infatti e’ uscito da poco un clone di expose per vista che e’ un sacco meglio pure di Expose stesso…

    5) non esiste nulla di piu’ facile se non devi risolvere le dipendenze a mano e se non ti ritrovi a dover avere due versioni diverse della stessa libreria. Non dico che non sia meglio, dico che non e’ rose e fiori.

    6) Non vengono pagati? Io mi guarderei bene dal dire certe cose: Canonical paga e pure bene i programmatori di Ubuntu.

  47. 49 PhoenixBF lunedì, 24 settembre, 2007 alle 16:36

    1) appunto esiste la personalizzazione di cui ti parlavo, e rendere fusion o quello che e’ piu sobrio per ambienti anche lavorativi.

    2) questo dipende dai repository, chiaro che se aggiungi i tuoi repo svn o le ultime beta di chissa’ che altro e’ a tuo rischio.

    6) Ho detto “la maggiorparte” non “tutti”, che comprende anche persone comuni, che giornalmente fanno bug-fix e creano patch e contro-patch, per non parlare di tutti i mock-up giornalieri che vengono proposti su kde-look o gnome-look per aumentare l’usabilita’ del sistema (e i migliori poi vengono implementati) e molto, molto altro.

  48. 50 Blackstorm lunedì, 24 settembre, 2007 alle 21:16

    Guarda, onestamente, la maggior parte della gente non fa solo quello. Quello che volevo dire è che una distro seria è praticamente impossibile da mantenere, per la comunità opensource, senza finanziamenti esterni. Questo vale per le distro come per un più “banale” Firefox. Linus viene pagato per fare il mantainer del kernel. L’unica eccezione eccellente che conosco è la Slackware, che a mia memoria è mantenuta da una sola persona… E mi pare non ci sia molto da dire: l’usabilità ne risente di brutto. Sebbene la maggior parte della gente non venga pagata, quelli che ci lavorano con le distro vengono pagati. Che poi uno qualunque rilasci una cosa che ha programmato è poco indicativo: i team di ogni distro devono esaminare il software in questione, se si tratta di bugfix e robe del genere, adattarlo alla loro distro e fare anche i test. Quindi cambia poco.

    Discorso repository: io sto parlando del fatto che due software diversi che richiedono due versioni diverse della stessa libreria fanno casino. Magari non sempre, ma lo fanno. Non è quesitone di software strani o meno, è quesitone che alcuni software sono sviluppati in un modo e altri in un altro e possono avere bisogno di versioni diverse delle stesse librerie. E non sempre questo da una compatibilità elevata. Quanto ai software strani di cui parli, un mio amico è impazzito per risolvere le dipendenze di Cinelerra (è appassionato di videoediting), che mi risulta essere presente sui repo ufficiali.

  49. 51 ViK mercoledì, 26 settembre, 2007 alle 8:26

    Così non si va da nessuna parte!!!
    Tutti sanno che a volte con le dipendenze bisogna smazzarsi un po’… E questo non è problema di Ubuntu, ma di Linux in generale a mio avviso.
    @PhoenixBF
    Un processore a 64 bit non è una periferica così strana come un lettore di impronte digitali…

  50. 52 PhoenixBF mercoledì, 26 settembre, 2007 alle 11:56

    @ VIK
    Anche windows a 64 da’ i suoi problemucci, aspetta un po’ e vedrai che miglioreranno anche questo.

  51. 53 Blackstorm mercoledì, 26 settembre, 2007 alle 23:39

    @Vik: infatti mi riferivo ad una situazione generale.Se vedi il discorso dei repository non ho accennato ad una distro particolare: il problema è comune. E su questo, ripeto, c’è da lavorare tanto. Specialmente Ubuntu, perchè se deve essere la distribuzione user friedly ed usabile per eccellenza, allora *deve* evitare che sia l’utente a smazzarsi le dipendenze.

  52. 54 ViK domenica, 30 settembre, 2007 alle 11:33

    Certo, anche Win64 ho grossi problemi. Il motivo è molto semplice: la fetta di mercato di Win64 è – per vari motivi – rimasta così piccola, che la maggior parte delle aziende hanno smesso di scrivere software/driver compatibili.
    Praticamente lo stesso problema che affligge da sempre Linux.

  53. 55 Blackstorm lunedì, 1 ottobre, 2007 alle 12:23

    Non sono molto d’accordo ocn la tua analisi, Vik. Ritengo piuttosto che il problema maggiore attualmente e’ che Vista a 64bit richiede driver firmati, e farsi firmare tutti i driver da un Verisign, oltre ad essere costoso, penso che sia un processo piu’ lungo che scrivere applicazioni compatibili per Vista (come piccolo ps: a qualcuno dara’ pure fastidio l’UAC, ma intanto, finalmente, i programmatori stanno cominciando a scrivere applicazioni che girano come utenti normali, e non come amministratore).

  54. 56 Chris venerdì, 5 ottobre, 2007 alle 17:30

    Io non ho problemi a riguardo: Vista sul portatile con tutte le sue storielle e Ubuntu sul desktop con tutte le sue storielle. Punto😀

  55. 57 ViK venerdì, 5 ottobre, 2007 alle 17:57

    @Chris
    Ehm… potresti spiegare meglio cosa intendi per storielle?

  56. 58 Roberto sabato, 6 ottobre, 2007 alle 8:56

    Riporto: “Bene, in effetti Vista richiede delle risorse notevoli. Ma che non funzioni con un PC da 1 GHz e 512MB di RAM è una bufala… Un mio caro amico ha Vista Ultimate su un Athlon da 1,3 GHz e 512MB di RAM e non si lamenta.”

    Ora le cose sono due: o il tuo caro amico non usa il picci’ oppure te sta a pià pel culo.😀

  57. 59 ViK sabato, 6 ottobre, 2007 alle 9:07

    Caro Roberto,
    se avessi letto i 58 commenti precedenti al tuo (anzi, bastava leggere il primo) avresti saputo che il mio caro amico (Blackstorm) è intervenuto attivamente a questa discussione. Quindi, se la cosa ti interessa davvero puoi chiedere direttamente a lui.

  58. 60 deviantdark sabato, 6 ottobre, 2007 alle 15:05

    Alla fine ho pagato pegno.
    Non mi sono letto per 3 settimane i commenti e ho dovuto spender tempo a leggere tutta la sfilza [tranne gli ultimi 10/15.. non ce la facevo più!!].
    E intervengo per dire la mia, che grossomodo è un riassunto di molte cose che ho già letto nei commenti.
    ViK si lamenta del tempo che deve perdere con la riga di comando. Che preferirebbe una limonata al cinema con la sua ragazza piuttosto che fare il NERD davanti a un 15″ per configurare la rete wireless.
    Bene, a questo punto posso anche dedurre che Ubuntu non è il sistema operativo più indicato per te.
    Semplicemente perché [parlando per esperienza personale] ho perso tanto di quel tempo [e formattato 2 volte] per configurare la mia ATI [pure una 9600] su Ubuntu, quando ero un niubbo coi fiocchi [adesso non ci metterei più di 5 minuti… ma vedendo linux per la prima volta, qualche cazzata si fa pure volentieri].
    Il tempo che ho speso poi per altri “aggiustamenti” è incommensurabile rispetto al tempo non speso su Windows [XP].
    Vista… lì cì che ho perso del tempo…
    Ho una scheda audio Creative Live! EMU10K1, e appena installato Vista mi ha scaricato i driver per la scheda dal server degli update.
    WOW! [mi son detto].
    Manco pe sogno… l’audio si sentiva, ma era una ciofeca!
    Mi son dovuto sbattere per cercare in rete qualche buonanima che c’è messo a impacchettare driver casalighi compatibili per Vista con la mia scheda audio.
    In sintesi, per ottimizzare un OS serve del tempo.
    E attualmente, IMHO, il Sistema Operativo che rende la vita più facile non è Ubuntu. Né Vista.
    Parlo di WindowsXP.
    E questo perché:
    1- i driver non sono un problema, in quanto tutti i produttori sviluppano prima driver per Microsoft, poi se c’è tempo [e voglia] per OpenSource e via dicendo
    2- con la licenza ti prendi tutti ciò che ti serve, compresi codec e il prestigioso Solitario di Windows
    3- appena installato, qualche decina di minuti e di riavvii per gli updates, e WindowsXP funziona a meraviglia, senza intoppi e senza perder tempo a configurare/installare/spacchettare/compilare/blablablare…

    Un appunto al caro Blackstorm [senza ironia]:
    se ciò che chiedi a un OS è stabilità e non effettini grafici tipo Compiz-Fusion/Aero, come mai non sei rimasto a Win98? O a WinXP? Il salto a Vista da cosa dipende?

    Chiudo dicendo: ho aperto il mio blog appunto dopo aver installato Ubuntu, e l’ho fatto per appuntarmi sulla rete tutti i passaggi che ho seguito per configurare questa o quella cosa, in modo da averli sempre a disposizione.
    Con Windows una cosa del genere non l’ho mai neanche pensata.
    E questo la dice lunga sul tempo che Ubuntu mi sottrae rispetto a Windows.
    Ma personalmente preferisco spendere del tempo e apprezzare il funzionamento di un Sistema diverso, che mi dà soddisfazione quando riesco a settare la risoluzione a 1440×900 quando di default non era più di 1280×800.
    Se non si vuol preder tempo, la soluzione [IMHO] è WindowsXP.

    Un’ultima nota, uscita anche nei commenti: la vendita di notebook con Windows preinstallato.
    Per me è un abominio e un amputamento di libertà rispetto al consumatore.
    E Windows non c’entra, sono i produttori gli schifosi.
    DELL? Ne ho già sentito parlare, e ho fatto le mie considerazioni al riguardo, quindi non “duplico” qui il mio pensiero.
    Fatto sta che quando [e se] comprerò il mio primo notebook, se sarà con OS Windows preinstallato lotterò con le unghie e con i denti per ricevere il rimborso della licenza.
    Anche fosse di 10€.

    Ma quand’è che l’hardware si staccherà dal software nel processo di vendita?
    Quando l’interesse del consumatore varrà più dei soldi. Cioè mai.

  59. 61 Blackstorm domenica, 7 ottobre, 2007 alle 16:28

    @deviantdark: innanzitutto scusami se non ho continuato la discussione sul tuo blog, ma ho avuto una serie di problemi… riprenderò quanto prima.
    ù
    “Ho una scheda audio Creative Live! EMU10K1, e appena installato Vista mi ha scaricato i driver per la scheda dal server degli update.”
    Beh, come con tutti i driver, è compito di chi produce le periferiche scrivere driver compatibili, non di chi produce l’os. E vale per qualsiasi os.

    “se ciò che chiedi a un OS è stabilità e non effettini grafici tipo Compiz-Fusion/Aero, come mai non sei rimasto a Win98? O a WinXP? Il salto a Vista da cosa dipende?”
    Win98 non ne parliamo. Credo che non ci sia bisogno di parlare dei problemi che aveva. Sicuramente la tua analisi è coerente, attualmente XP SP2 è uyn sistema estremamente stabile e affidabile. Non sono rimasto a XP semplicemente perchè volevo provare Vista, e dato che mi è stato gentilmente regalato, ho deciso di metterlo. Mi ci trovo ragionevolmente bene, a parte una velocità inferiore rispetto a XP, che è pure fisiologica. Io gli effetti grafici li disattivo, tutti, sempre. Con un compiz/fusion, mi ci posso divertire 20 minuti, poi torno a selezionare i desktop, sotto linux, con l’apposita combinazione di tasti. Con Aero mi posso divertire 10 minuti, poi la disattivo, a meno che, come ho già detto, non mi dia vantaggi effettivi (se il carico della gui mi va tutto sulla scheda video, io aero ce lo lascio pure, dal momento che mi libera capacità di calcolo del processore).

    “Un’ultima nota, uscita anche nei commenti: la vendita di notebook con Windows preinstallato.
    Per me è un abominio e un amputamento di libertà rispetto al consumatore.”
    E non posso che chiudere la mia risposta a te dichiarandomi completamente d’accordo.

    @Roberto:
    Io sono qui, ho anche un mio blog. Mi pare che ci siano tutte le possibilità per chiedermi se sto prendendo in giro qualcuno.

  60. 62 deviantdark lunedì, 8 ottobre, 2007 alle 17:21

    @BlackStorm:
    “Beh, come con tutti i driver, è compito di chi produce le periferiche scrivere driver compatibili, non di chi produce l’os. E vale per qualsiasi os.”

    Questa credo sia una delle massime più gettonate per un utente Linux [di qualsiasi distro], e non mi puoi che trovare in pieno accordo.
    Il mio appunto però stava solamente ad indicare il fatto che il produttore [in questo caso Creative] ha fornito al consumatore il CD coi driver della periferica, supportati fino a WindowsXP [e quindi non Vista]; detto ciò, è chiaro che non è colpa di Bill se non ha fatto un sistema di aggiornamento driver coerente [se così fosse, quando me li aggiornava da solo Vista, l’audio sarebbe stato perfetto e non una ciofeca], ma rispetto al tempo che un utente deve spendere per cercarsi e installarsi i driver, converrai con me che è comunque speso, vuoi a causa di Vista [che non c’entra in questo caso, se non come OS di riferimento], vuoi a causa del produttore.

    Sono però contento che hai capito il mio punto di “vista”, che prediligo di gran lunga WindowsXP come espressione di funzionalità legato al minor carico di problemi per l’utente, rispetto a una distro Linux o a Vista.
    Ma, guarda caso, anche io ho abbandonato la partizione con XP per provare Vista…
    Masochismo?
    No, semplicemente non reputo tanto “mal speso” il tempo che impiego per configurare al meglio la mia piattaforma, Vista compreso🙂
    A bientot

    p.s.:
    @ViK: seguirei volentieri il tuo consiglio sui Troll… però quanno ce vò ce vò..😀

  61. 63 Blackstorm mercoledì, 10 ottobre, 2007 alle 11:30

    “Questa credo sia una delle massime più gettonate per un utente Linux [di qualsiasi distro], e non mi puoi che trovare in pieno accordo.”

    Questa dovrebbe essere una massima per qualunque utente di qualsiasi sistema operativo: a prescindere dai meriti intrinseci o meno di un os, se i driver mancano la responsabilita’ e’ dei produttori. Sotto linux si potrebbero sviluppare dei driver open source, sotto windows, da contro, i produttori dovrebbero poter fornire driver molto piu’ velocemente di quanto non facciano… In ogni os ci sono determinati problemi…

    “Sono però contento che hai capito il mio punto di “vista”, che prediligo di gran lunga WindowsXP come espressione di funzionalità legato al minor carico di problemi per l’utente, rispetto a una distro Linux o a Vista.”

    C’e’ anche da dire, in tutto cio’ che essendo l’architettura di Vista diversa da quella di XP, gli errori di gioventu’ si sentono. Chiarmaente si spera tutti che il sp1 risolvera’ questi “piccoli” problemi…

    “Ma, guarda caso, anche io ho abbandonato la partizione con XP per provare Vista…
    Masochismo?
    No, semplicemente non reputo tanto “mal speso” il tempo che impiego per configurare al meglio la mia piattaforma, Vista compreso :)”

    Non dico che sia tempo mal speso, attenzione: dico che dovrebbe essere tempo da non spendere impazzendo dietro a configurazioni astruse: anche Vista ha qualche problemuccio di comprensibilita’ su certe operazioni… un sistema operativo user friendly dovrebbe, imho, essere comprensibile in ogni sua parte. E attualmente, nessun os raggiunge questo obiettivo, a mio parere…

  62. 64 eNry giovedì, 11 ottobre, 2007 alle 21:53

    Caro amico…. prima di scrivere informati!! Quei blog sono a favore di ubuntu?? a me sembra che tu invece sei molto a favore di windows … la comunita’ c’e’ e come, forse non ti sei informato che esiste un forum pieno di utenti disponibili che aiutano tutti!!
    quando si ha un problema con windows chi contatti???
    l’antivirus piu’ che altro lo si installa per i poveri utenti che usano windows, se si trasmettono dei file…
    gli effetti
    …. si ma dai vista ha effetti stupendi!!! per alcuni potrebbe anche essere.. peccato che ci vogliono 300 mb solo per quei 4 effetti che confronto a beryl o compiz o compiz fusion sono niente… 300 mb li usa tutto il sistema!!!
    mentre windows vista home premium ha bisogno di minimo 1 gb…
    passiamo a firefox
    firefox e’ gratis
    1
    2
    viene aggiornato molto frequentemente e quindi i bug saranno corretti
    3
    firefox esiste prima di internet explorer7, che pero ha la stessa interfaccia grafica…. addirittura gli stessi comandi per aprire un nuovo tab!! e non so se ce ne sn altri perche nn voglio manco saperlo
    e poi la microsoft se ne esce che i software opensource hanno copiato loro codice????? cioe ma davvero stiamo parlando
    parliamo anche di una cosa che l’autore del post originale non mensiona…. i crash
    vista mi e’ crashato dopo aver attaccato un hard disk esterno
    questo e’ tutto… o meglio mi fermo qui🙂
    ciao a tutti

  63. 65 ViK giovedì, 11 ottobre, 2007 alle 22:52

    BASTA!!!
    Non risponderò più a commenti da cui si deduce che chi li scrive ha letto solo in parte il mio post (o ha letto solo il titolo…) e tanto meno ha letto gli commenti.

  64. 66 Blackstorm sabato, 13 ottobre, 2007 alle 11:32

    Tranquillo, Vik. Evidentemente i fanatici non smettono mai di rompere.

    Caro eNry:
    “Caro amico…. prima di scrivere informati!!”
    E tu prima di scrivere leggi. Tutto.

    “me sembra che tu invece sei molto a favore di windows … la comunita’ c’e’ e come, forse non ti sei informato che esiste un forum pieno di utenti disponibili che aiutano tutti!!”
    Se sono a favore di windows? Si, per un semplice motivo: windows mi riconosce la scheda wireless senza bisgno dei driver, linux nemmeno piangendo. Fra l’altro mi pare di aver già detto che Vista ha i suoi difetti. Nel forum di Ubuntu, c’è un tipo che in firma ha tre link a tre post. Riguardanti problemi sotto linux. E che hanno ricevuto risposta dopo più di un mese, senza che tuttavia le risposte risolvessero la situazione.
    “quando si ha un problema con windows chi contatti???”
    Forse ti sfugge, ma se esci dalla tua nicchia di linuxfanboy, ti accorgerai che ci sono un sacco di forum che aiutano a risolvere i problemi sotto windows. Senza contare blogvista.it, un sitarello da nulla…

    “l’antivirus piu’ che altro lo si installa per i poveri utenti che usano windows, se si trasmettono dei file…”
    Il mio antivirus è disoccupato. Il mio firewall pure (si, è defender, e allora?).
    Su linux non si installa l’av, è vero. Ma credo che nessuno si da moltà pena per scrivere malware per un os che ha l’1% del mercato desktop.

    “si ma dai vista ha effetti stupendi!!! per alcuni potrebbe anche essere.. peccato che ci vogliono 300 mb solo per quei 4 effetti che confronto a beryl o compiz o compiz fusion sono niente… 300 mb li usa tutto il sistema!!!
    mentre windows vista home premium ha bisogno di minimo 1 gb…”
    Se tu ti fossi preso il disturbo di leggere i miei commenti, sapresti che non me ne può sbattere di meno delle ombre dei puntatori, figuriamoci di aero.

    “firefox e’ gratis
    1
    2
    viene aggiornato molto frequentemente e quindi i bug saranno corretti”
    Anche ie è gratis. Tant’è che lo puoi scaricare e usare con wine senza pagare. Riguardo l’aggiornamento… beh, certo… viene aggiornato. Specie quando si presentano buchi come quel piccolo difetto del pwd manager di qualche tempo fa, che permetteva di recuperare le pwd memorizzate tramite un attacco. Su tutte le versioni.

    “3
    firefox esiste prima di internet explorer7, che pero ha la stessa interfaccia grafica…. addirittura gli stessi comandi per aprire un nuovo tab!! e non so se ce ne sn altri perche nn voglio manco saperlo”

    Scusa, hai mai sentito parlare di standard? CTRL+T è la combinazione standard per aprire un nuovo tab, come il tasto centrale. Se poi vogliamo parlare di chi ha copiato chi, ti ricordo che Opera esiste da prima di firefox, per cui prima di dare dei copioni a chiunque, guardati in casa.

    “parliamo anche di una cosa che l’autore del post originale non mensiona…. i crash
    vista mi e’ crashato dopo aver attaccato un hard disk esterno
    questo e’ tutto… o meglio mi fermo qui”
    Guarda un po’, a me no. E pensa che ubuntu crasha durante gli agigornamenti, facendo perdere pure dati.

  65. 67 PhoenixBF martedì, 16 ottobre, 2007 alle 17:01

    @ Blackstorm

    Ora non te ne passare.

    La wireless ubuntu e in generale gli ultimi kernel te la riconoscono *AL VOLO*, io non ho mosso un DITO, mentre su windows ti devi scaricare i driver.
    Certo se poi hai una scheda wifi di chissa quale marca, allora beh… io per la cronaca ho una intel pro wireless.

    IE7 ha copiato tutto, che poi i tab fossero stati introdotti da Opera, o la gestione delle sessioni da firefox, varie estensioni che sono state prese PARI PARI e chiamate come IE7 PRO.
    IE7 non ha nulla di nuovo, e tra le altre cose rimane ancora dietro a inseguire gli standard. che attualmente solo Konqueror rispetta praticamente al 100%.

    IE poi e’ in bundle con windows, non fa testo il tuo discorso.

    Prova a comprarti Office, e dimmi quanto costa.
    OpenOffice invece e’ gia pre-installato su svariate linux box ormai, un utente ha tutto pronto e subito.

    Ripeto per l’ennesima volta: se hai hardware non esotico, generalmente appena installata una distro linux non devi toccare nulla.

    Io ho attaccato la webcam senza installare nulla, riconosciuta al volo.
    iPod riconosciuto al volo.
    svariate fotocamere riconosciute al volo.

    Allora o sono fortunato io, oppure mi sa tanto che sei leggermente prevenuto caro mio.

    E non paragonare la comunita’ di ubuntu (tanto per dire la piu diffusa) che e’ VASTISSIMA con le piccole comunita’ windows, che sono in numero infinitamente minore, poi bei consigli che ti danno. una parola ogni due e’ “emule”…

    E dimentichi SEMPRE che c’e’ poco sostegno per i driver per linux. Se ci fosse anche questo, spiacente ma ci sarebbe poca storia.

    PS: mi sa che 1% di share era diversi anni fa. Contiamo invece i server che sistema usano? Chiediamo a Google che sistema usa sui suoi server? che ne dici?

  66. 68 Gio martedì, 11 dicembre, 2007 alle 17:26

    Oddio…

    che confronto superficiale…

    incredibile come le persone scrivano di cose che non sanno…

  67. 69 ViK martedì, 11 dicembre, 2007 alle 21:48

    @Gio
    Grazie per i complimenti, mi fai arrossire.

  68. 70 Gio mercoledì, 12 dicembre, 2007 alle 18:30

    mah… secondo me non c’è da fare dello spirito.
    anzi, forse è il caso di rifare l’articolo in modo che comprenda tutte le osservazioni fatte nelle risposte degli utenti visto che integrano molte lacune presenti nel testo originale.
    in questo modo faresti qualcosa di utile per tutti quelli che inizialmente vogliono capire le differenze tra i due sistemi, cosi non serve a nulla.

  69. 71 ViK giovedì, 13 dicembre, 2007 alle 8:44

    @Gio
    Ecco, questa tua critica esige una risposta seria. Il commento di prima era un po’ troppo trolliano…
    1. Il mio post non è un confronto tecnico, come ho detto alla terza riga
    2. Lo scopo dell’articolo non è sostenere ne Vista, ne Ubuntu. Ma era quello di screditare un altro articolo
    3. Il fatto che il post non sia completo e che sia integrato da una lunga serie di commenti, a me fa solo piacere. Sinceramente credo proprio che i commenti siano parte integrante di un blog, non un contorno.

  70. 72 Blackstorm giovedì, 13 dicembre, 2007 alle 12:24

    Dio santissimo…

    How can anything be “Open” if honest discussion isn’t allowed?

  71. 73 diavolo venerdì, 11 gennaio, 2008 alle 0:48

    buon confronto

  72. 74 noiblogger martedì, 22 gennaio, 2008 alle 9:28

    “Poi è noto a tutti che in Vista non è possibile cambiare lo sfondo del desktop…. … ….”

    Ne sei sicuro?!?!?😦

  73. 75 noiblogger martedì, 22 gennaio, 2008 alle 9:31

    naturalmente scherzo, ci mancherebbe!🙂

  74. 76 Marco martedì, 12 febbraio, 2008 alle 8:56

    volevo solo dire che tra vista e ubuntu ci sono delle belle differenze
    non per questo uno denigra l’altro diciamo piuttosto che ubuntu è diventato un sistema relativamente semplice da usare e che incuriosisce
    i piu smanettoni che attraverso riga di comando si sbizzarriscono in una sorta di chi piu ne ha piu ne metta e il nostro vecchio” buon vista che diciamocelo lascia la tranquillità del cuore e della mente e lascia scpazio anche a quelli che incuriositi dal OS si vogliono addentrare nei meandri dell’informatica

  75. 77 raffaele mercoledì, 19 marzo, 2008 alle 11:22

    ubuntu è migliore di vista io ho usato entrambi e vi consiglio vivamente ubuntu!!!


  1. 1 Occhio a chi non conosce Vista… Parte 1 « Il Blog Del Gatto Imburrato Trackback su giovedì, 19 luglio, 2007 alle 2:37
  2. 2 Momento storico per Divide by zero « Divide by zero Trackback su mercoledì, 9 gennaio, 2008 alle 11:55
Comments are currently closed.



Questo blog si traferisce…

Divide by zero si sta piano piano trasferendo sul mio nuovo blog: viklog.net
Cosa aspetti a farci un salto?

Licenza

Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: