Questo blog si trasferisce su piattaforma indipendente: viklog.net

Divide by zero chiude dopo 99 articoli divisi in 42 categorie (si, proprio 42, non l’ho fatto apposta!) e 246 tags. Per non contare i 587 commenti e gli altrettanti 504 segnalati come spam.

You have 104 posts, 5 pages, 5 drafts, contained whitin 42 categories and 246 tags

Ora il blog trasferisce su piattaforma indipendente e cambia completamente volto (ovvero il nome!). Mi trovate su:

New URL: http://viklog.net

New Feed: http://feeds.feedburner.com/viklog

Divide by zero dovrebbe rimanere in vita per altri 90 giorni, nel frattempo sto spostando gli articoli più letti, in modo da iniziare a dar visibilità al nuovo viklog.

Qualcuno mi da una mano per questo trasloco? Un furgoncino farebbe comodo…

Benedetto trasloco…

Ho esportato dividebyzero.wordpress.com per poi importarlo in un installazione di WordPress 2.5 in locale. Ho dovuto risolvere diversi problemi dovuti al tema che ho scelto ed a una scorretta configurazione del modulo mod_rewrite di Apache. Risoti questi problemini mi ritrovo ad affrontare gli ultimi (spero!) due problemi che si presentano con qualsiasi tema, compreso quello di default, e con tutti i plugin disattivati.

Propongo, magari qualcuno ha avuto questi stessi problemi o semplicemente conosce il core di wordpress come le sue tasche.

1# Questo articolo non ha commenti, o si?

Nessun commento… ma sei proprio sicuro?
Nessun commento… ma sei proprio sicuro?

Evidentemente c’è qualcosa che non va… Tutti gli articoli, esclusi gli ultimi 7 (e qualcun altro più o meno a caso), non hanno commenti… eppure ci sono. Qualche idea? Suggerimenti?

[update 03 Aprile, ore 17:02] Ripetendo il processo di esportazione/importazione del blog senza il download e l’importazione degli allegati, il problema dei commenti non conteggiati non si presenta. Probabilmente era avvenuto un errore durante il download o l’upload di un’immagine troppo pesante. Ciò significa che dovrò lasciare gli allegati qui su Divide by zero. In effetti non mi sembra un problema così grave dato che WordPress.com non cancella blog non più usati (almeno, non mi sembra). Magari potrei trasferire i vari allegati un po’ alla volta, senza alcuna fretta. [/update]

2# Duplice personalità

Il secondo problema è relativo ai miei commenti, sono firmati “ViK” con link a Divide by zero. Invece speravo che l’utente ViK fosse incorporato con l’utente “vik” (admin) del nuovo blog, per cui i commenti fossero firmati – appunto – da “vik” con link al nuovo blog e non a quello vecchio. Lo stesso problema si pone con i pingback/trackback effettuati fra articoli di Divide by zero stessi.

Un pingback a me stesso
Un pingback a me stesso… Ma “me stesso” non sarà più Divide by zero!

In pratica vorrei che un link inserito in un articolo che punta ad un altro articolo all’interno di Divide by zero puntasse invece a quell’articolo, però nel nuovo blog.

Per risolvere questo problema un idea ce l’ho: modificare le righe della tabella wp_comments sostituendo tutte le istanze della stringa http://dividebyzero.wordpress.com* con la http://dominiodelnuovoblog.it*. Ovviamente, fare questa sostituzione a mano è un folle suicidio dato che la query

SELECT *FROM `wp_comments`

WHERE `comment_author_url`

LIKE '%dividebyzero%'

ha restituito 131 righe (per essere precisi si tratta di 115 commenti e 16 autopingback). Purtroppo non mi intendo moltissimo di MySql: esiste un “trova e sostituisci?”.

[update 03 Aprile, ore 15:59] In effetti l’idea di Paperino mi ha suggerito una soluzione tanto semplice quanto poco ortodossa… Ho esportato la tabella in questione in un file SQL che ho successivamente aperto con un editor di testo ed ho eseguito il trova e sostituisci. Più semplice di così? :D [/update]

Pensavo anche di porre il problema sul forum di WordPress-it.

- Warning: Divide by zero.

, , , , ,

Mi preparo a traslocare (il blog)

Trasloco in atto 01

Trasloco in atto 02

È un operazione veramente lunga, ma la mia convivenza con wordpress.com è arrivata al limite di rottura. Soprattutto ora che ho saggiato alcune novità di wordpress 2.5, già scaricabile anche in italiano.

Ora devo solo capire perché vengono visualizzati prima gli articoli più vecchi… (in realtà è un problema del tema).

- Warning: Divide by zero.

Windows Vista: ripristinare l’ibernazione o la sospenzione ibrida scomparsa

Questo articolo è stato definitivamente spostato sul mio nuovo blog, lo puoi trovare al link:

Windows Vista: ripristinare l’ibernazione o la sospenzione ibrida scomparsa — viklog

Mi dispiace se ho arrecato disagio a qualcuno.

Uscito il Service Pack (SP1) per Vista

Oggi (finalmente) troverete fra gli aggiornamenti di Vista il Service Pack 1. Io lo sto già scaricando (sul portatile della mia ragazza) ma i server della Microsoft sono evidentemente sovraccarichi. Nel frattempo mi chiedo: ma che fine ha fatto il Service Pack 3 per XP?

P.S.= il portatile è tornato. Tutto ok, alla fine non ho dovuto pagare nulla perché era una cavolata che si sistemava in 2 minuti. Aspettare 33 giorni per 2 minuti… Davvero divertente.

- Warning: Divide by zero.

, , , , ,

eXtreme Programming: un modello agile di sviluppo software

Questo articolo è stato definitivamente spostato sul mio nuovo blog, lo puoi raggiungere al link:

eXtreme Programming: un modello agile di sviluppo software — viklog

Mi scuso se ho arrecato disagio a qualcuno.

La storia infinita (ovvero il mio primo ed ultimo Toshiba)

ToshibaSta mane, a distanza di 9 giorni, riappare la scritta R.T. sul mio cellulare. Prima di rispondere prendo un bel respiro e mi preparo al peggio (ma non a questo peggio). Peccato che riportando questo dialogo come testo non si percepisca la freddezza della mia voce che ho mantenuto per (quasi) tutta la telefonata.

R.T. : Ciao Vincenzo, ho una notizia buona e una cattiva. Quella buona è che ti hanno cambiato sia la scheda madre che il masterizzatore DVD. Quella cattiva è che… che non funziona comunque.
Io: Come? E quindi?
R.T.: Quindi… Pare che sia l’alimentatore.
Io: E questo me lo ero immaginato si dall’inizio. Ma, scusa, non l’avevano provato prima di cambiare tutta quella roba?
R.T.: Veramente l’hanno provato, sembrava che erogasse corrente nei livelli corretti.
Io: Ma non vuol dire niente, cioè, non ne hanno provato un altro? Quanto gli ci voleva?
R.T.: Non lo so Vincenzo, ma non puoi prendertela con me.
Io: No, no, infatti. Evidentemente la mia fiducia nella Toshiba era mal riposta.
R.T.: Ehm… La brutta notizia non è ancora finita. Quelli di Milano mi informano che il cavo dell’alimentatore è evidentemente maltrattato, quindi non è coperto dalla garanzia [Qui ci vuole una doverosa nota. Io ho sempre trattato il mio portatile come un figlio e in ugual modo l’alimentatore. L’unico problema riscontrabile è che mi si è staccato il laccetto che serviva a legare il cavo quando non usavo l’alimentatore.]
Io: Che cosa? Ma… Lasciamo perdere. Quanto mi verrà a costare?
R.T.: Senti, io lo faccio tornare qui e lo do ad un mio tecnico di fiducia. Se riesce ad aggiustarlo te la cavi con 20-30 €, altrimenti sono 70 € di alimentatore nuovo.
Io: Ok, grazie.

Evidentemente questo portatile è stato il mio primo ed ultimo Toshiba. Se il prossimo portatile dovessi sceglierlo in base all’affidabilità dell’assistenza tecnica allora sarebbe un Dell. Faccio un esempio di esperienza diretta: un Dell con un tasto rotto della tastiera. Chiamata l’assistenza e, spiegato il fatto che quel portatile serviva per lavoro di tesi, ci inviano a casa la tastiera di sostituzione. Esattamente 24 ore dopo, arriva il pezzo con corriere UPS. Richiamiamo l’assistenza e troviamo un tecnico informato dei fatti e disponibile a spiegarci il processo di sostituzione rimanendo al telefono mentre siamo all’opera. Tutto a buon fine, la tastiera rotta parte con un altro corriere UPS, sempre a carico della Dell. Tutto risolto in una giornata. Contando che io sto aspettando da 22 giorni (e mi tocca anche pagare)… Addio Toshiba.

- Warning: Divide by zero.

===
Crediti immagine: Toshiba – 45 dies by vdbdc

Techorati tags: , , , , ,


Questo blog si traferisce…

Divide by zero si sta piano piano trasferendo sul mio nuovo blog: viklog.net
Cosa aspetti a farci un salto?

Licenza

Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.